Pubblicato il

Per il mostro di Foligno sta per scadere la pena

Per Luigi Chiatti, il ‘‘mostro di Foligno’’, il fine pena è scattato ieri ma il geometra condannato per gli omicidi di Simone Allegretti, 4 anni, e Lorenzo Paolucci, 13, non tornerà libero. 
Verrà infatti trasferito dal carcere di Prato in un ospedale psichiatrico giudiziario o in una Rems, la struttura sanitaria che li sta sostituendo, per almeno tre anni. 
Perché così prevede la misura di sicurezza nella sentenza con la quale la Corte d’assise d’appello di Perugia inflisse a Chiatti 30 anni di reclusione dopo averne riconosciuto la seminfermità di mente e la pericolosità sociale. 
Su dove il geometra ormai quarantasettenne verrà trasferito (probabilmente una struttura in Toscana) c’è il massimo riserbo (così come qualche incertezza sembra esserci sul fine pena che per alcune fonti potrebbe essere decorso già nei giorni passati).
«Non sappiamo niente. Né noi né i suoi genitori» hanno spiegato i difensori di Chiatti, gli avvocati Guido Bacino e Claudio Franceschini. 
I quali chiedono però di evitare «inutili allarmismi». «Chiatti – ha detto l’avvocato Bacino all’ANSA – non tornerà libero. (Ansa)

ULTIME NEWS