Pubblicato il

"I cinesi preferiscono Civitavecchia"

"I cinesi preferiscono Civitavecchia"

Lo sfogo del presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis dopo la partita con la Sampdoria. L’imprenditore ha messo in evidenza le lacune della città in cui investe

CIVITAVECCHIA – «I napoletani devono rendersi conto delle difficoltà della loro città, il porto non vive da anni ed i cinesi preferiscono Civitavecchia, lo scandalo di Pompei, lo stesso San Paolo con il Comune che mi ha rinnovato la convenzione il 28 agosto fino al 30 settembre. Bisogna aprire gli occhi e rendersi conto del contesto della città».
Sopo parole pronunciate da Aurelio De Laurentiis, preso di mira dai tifosi del Napoli per un mercato che a quanto pare non piace. Il presidente del Napoli non ha certamente gradito gli striscioni durante la partita Napoli-Sampdoria ‘‘Ancora una volta hai solo parlato, il tuo comportamento è meschino. Ma vuoi fare la fine di Ferlaino?”, tanto che ha affidato la sua risposta a Radio Kiss Kiss, nella quale ha parlato delle sue scelte tecniche ed imprenditoriali sconfinando anche al di fuori del calcio. Dichiarazioni riportate dal quotidiano telematico vesuviolive.it, evidenziando le difficoltà di fare impresa a Napoli, in ogni settore.
«E’ vero che Napoli ha problemi importanti – ha dichiarato Aurelio De Laurentiis – eppure l’attenzione di molti è rivolta verso un presidente di calcio, il Calcio Napoli diventa motivo di scontro, di lite, diventa un vero problema per la gente quando poi girando per le strade della città gli spunti per essere davvero incazzati ce ne sono tantissimi.
A ogni modo, il presidente del Napoli, produttore cinematografico, imprenditore e dirigente sportivo (è anche consigliere della Lega Calcio) e titolare della Filmauro, nel suo sfogo ha citato Civitavecchia, mettendo in evidenza il fatto che i cinesi siano propensi a sceglierci, preferendoci alla città di Napoli per quanto riguarda i traffici portuali in particolar modo.

ULTIME NEWS