Pubblicato il

Aylan, per M5S Renzi è uno «sciacallo»

Mentre in Germania la politica discute di come accogliere e integrare al meglio i migranti, in Italia il dibattito, se così si può chiamare, non decolla, restando agli insulti. E il ‘‘bestiario’’ si arricchisce. Dopo che il segretario federale della Lega Nord ha dato del «verme» al presidente del Consiglio, che aveva parlato di «bestie» , ora arriva anche il Movimento 5 Stelle.
«Renzi lo squallido sciacallo», scrive sulla propria pagina Facebook Manlio Di Stefano, deputato M5S e membro della commissione Esteri di Montecitorio. «Il nostro presidente del Consiglio – scrive il grillino – alla Festa dell’Unità del Pd ha messo su il solito teatrino di fandonie e slogan ma, questa volta, ha deciso di arricchirlo con una bella immagine. Mentre parlava delle ‘‘soluzioni’’ del Pd per l’immigrazione (quali non è dato sapersi…) ha mostrato, a tutto schermo, le immagini del povero bimbo siriano annegato a Bodrum. Che uomo squallido il Bomba», accusa Di Stefano.
«Una delle regole base della comunicazione (bassa) è di andare alla pancia se non hai argomenti per andare alla testa. Ma qui si è superato il limite sia a livello umano che di menzogna. Il Pd, Renzi e i suoi predecessori e gli altri capi di stato europei, sono la causa della morte di Aylan e delle tante altre migliaia di immigrati», attacca ancora Di Stefano snocciolando una serie di motivazioni alla base della sua dura accusa. «Voi siete la causa, noi, il popolo onesto, siamo la soluzione, ed è solo questione di tempo…», conclude.

ULTIME NEWS