Pubblicato il

Immigrati, manifestazione deludente

Immigrati, manifestazione deludente

Grande spiegamento di forze dell’ordine

SANTA MARINELLA – Torna d’attualità, dopo le sosta estiva, il tema dei migranti a Santa Marinella. Dopo essere riuscito a non far venire gli aventi diritto asilo politico in concomitanza con le vacanze estive, il sindaco Roberto Bacheca, ha incontrato il vice prefetto e le forze dell’ordine per dialogare sull’opportunità o meno di inserire 72 immigrati sul territorio cittadino. Il primo cittadino, aveva fatto presente in quella sede che mettere tanti extracomunitari in una struttura peraltro non a norma ed in pieno centro città avrebbe creato dei problemi di sicurezza sociale. Anche le forze dell’ordine presenti all’incontro avevano sottolineato l’inadeguatezza della sede scelta per ospitarli e la carenza di personale a cui avrebbero dovuto far fronte in caso di arrivo. Dopo quell’incontro, comunque, nessun immigrato è arrivato in città. Domenica, i movimenti politici di ‘‘Noi Per Salvini’’ e Casapound hanno organizzato una manifestazione proprio davanti all’hotel Miramare. Forte schieramento di forze dell’ordine, tra cui agenti del Commissariato, Carabinieri, Vigili urbani e alcuni funzionari della Digos, per la presenza di aderenti a Casapound. Non più di venti simpatizzanti dei due movimenti però erano presenti all’evento, deludendo le aspettative degli organizzatori, che si attendevano una partecipazione più massiccia. Dopo aver dispiegato uno striscione e spiegato i motivi della manifestazione, hanno sciolto le fila. 
«Sono mesi che sento commenti e malumori da parte della cittadinanza sull’arrivo dei migranti – dice Ivano Tiengo uno dei promotori della protesta – spiegatemi perché allora alla manifestazione non è venuto praticamente nessuno. Poi però non vengano a lamentarsi quando vedranno schiere di immigrati bisbocciare davanti ai negozi o ai bar oppure nella peggiore delle ipotesi dar fastidio alle ragazze o andare a rubare. Tutti imprecano al sindaco che non è stato capace a non far venire queste persone ma poi loro non scendono in piazza per protestare. Ed i primi ad avere questa responsabilità sono gli esponenti politici del centro destra cittadino che avevano fatto di questa lotta un cavallo di battaglia ma dopo i primi segnali di ardore nazionalista sono scomparsi». Comunque, tutto si è svolto nella massima tranquillità anche per l’assenza di aderenti ai movimenti di sinistra che non hanno annunciato alcuna contro manifestazione come era accaduto nel giugno scorso.
Gi.Ba.

ULTIME NEWS