Pubblicato il

«Non abbiamo distrutto noi il campo sportivo»

«Non abbiamo distrutto noi il campo sportivo»

SANTA MARINELLA. L’associazione Spirito Libero risponde ai post pubblicati su Facebook. «Facciamo della solidarietà il nostro motto, certe accuse sono infondate»

S. MARINELLA – L’Associazione Spirito Libero, il gruppo di volontari che ha organizzato la bellissima manifestazione della Festa della Birra e del Campionato Internazionale di Motocross, i cui proventi sono stati destinati ad opere di solidarietà, si dice allibita per i commenti postati sui social network che di fatto accusano l’associazione di aver distrutto il campo sportivo comunale. Per realizzare la gara con le moto, c’era stata una forte movimentazione di terra per creare i dossi e i salti naturali che fanno di questo sport una attività che attira migliaia di spettatori. In quella occasione, infatti, hanno assistito all’evento non meno di cinquemila persone. Finita la festa, i volontari hanno provveduto a ripulire l’impianto di calcio, asportando completamente tutta la terra portata sul campo. “Come si fa ad accusare una associazione come la nostra che fa della solidarietà il suo motto di vita – si chiede la presidentessa dell’associazione Spirito Libero Fortuna Di Donna – abbiamo avuto l’impianto per la festa e lo abbiamo riconsegnato subito dopo nelle stesse condizioni. Come è possibile che si venga accusati di cose che non abbiamo fatto? Per realizzare la manifestazione abbiamo rimesso a nuovo l’impianto di illuminazione a nostre spese, abbiamo ripulito l’area, ripristinato l’impianto idrico e tinteggiata tutta la tribuna. All’atto della riconsegna abbiamo infine ripulito la pista con una idropulitrice”. Nel frattempo abbiamo ordinato il defibrillatore che vogliamo destinare all’impianto di calcio e versato una parte dei fondi all’assessore ai servizi sociali per acquistare i giochi da mettere nei parchi delle scuole cittadine. Daremo un contributo alla Misericordia per il trasporto dei bambini oncologici nelle strutture mediche mentre ho preso appuntamento con il dottor Calandrelli del Bambin Gesù per prenotare le visite cardiologiche ai ragazzi che fanno sport.

(Gi.Ba.)

ULTIME NEWS