Pubblicato il

Cgil: un arrivederci quello di Caiazza

Cgil: un arrivederci quello di Caiazza

CIVITAVECCHIA – Non è un addio, ma un arrivederci quello che Cesare Caiazza, ex segretario generale della Camera del Lavoro della Cgil, ha rivolto dalla sala del Dlf, di fronte a compagni di sindacato, esponenti politici, sindaci e rappresentanti delle amministrazioni del territorio, amici. Per Civitavecchia erano presenti gli assessori al lavoro Marco Savignani e all’Ambiente Alessandro Manuedda, ai quali ha rivolto l’invvito ad intitolare una strada o una piazza alla memoria della ex segretaria Fiom Elsa Bertero. Perché Caiazza ha ripercorso i cinque anni trascorsi alla guida del sindacato, ricordando chi come Elsa Bertero e Vanda Schiavi ha lasciato un segno indelebile. «Sono stati anni particolarmente difficili per il lavoro nel nostro territorio – ha spiegato – una stagione complessa e complicata per il sindacato che ha saputo svolgere con grande visibilità un ruolo attivo e propositivo nell’organizzare le lotte dei lavoratori». Dalla Privilege alla ex Italcementi, dai metalmeccanici alle municipalizzate: tante le vertenze affrontate. Con la speranza che il lavoro svolto non venga perso. Caiazza andrà a ricoprire un ruolo importante nella Fillea Cgil a carattere nazionale, «ma continuerò – ha spiegato – con forme e modalità diverse, un impegno “sociale, politico e culturale” in una realtà territoriale dove è ancora più urgente e prioritario mettere in campo un’azione volta alla ricostituzione di una “sinistra politica e sociale” ampia, plurale, di massa, unitaria, fondata sulla partecipazione dal basso e sulla centralità del lavoro, in grado di indicare ed operare per un radicale, necessario e positivo cambiamento».

ULTIME NEWS