Pubblicato il

Cupinoro: rischio processo per tre ex dirigenti

Cupinoro: rischio processo per tre ex dirigenti

Sono accusati di traffico illecito rifiuti

BRACCIANO – Avviso di chiusura indagini a Roma, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, per tre ex dirigenti della società “Bracciano Ambiente”, gestore della discarica di Cupinoro, chiusa da tempo, per concorso in traffico illecito di rifiuti. Il pm Silvia Santucci ha fatto notificare il provvedimento a Marcello Marchesi, amministratore unico dal novembre 2013 al gennaio 2014 della “Bracciano Ambiente”, Andrea Riccioni, direttore generale dal luglio 2007 al gennaio 2014, e Marco Sanna, responsabile tecnico dell’impianto dal luglio 2004 al dicembre 2013. I tre, secondo l’accusa, “cedevano – si legge nel capo di imputazione – ricevevano, trasportavano, esportavano, importavano o comunque gestivano abusivamente, cioè in mancanza della prescritta autorizzazione paesaggistica e del parere vincolante del soprintendente, ingenti quantitativi di rifiuti urbani indifferenziati prodotti dalla raccolta differenziata urbana di 25 comuni”. Gli accertamenti eseguiti dal pm Santucci, per competenza territoriale, sono solo una tranche della più ampia inchiesta avviata circa un anno e mezzo fa dalla procura di Civitavecchia sulla discarica di Cupinoro. Accertamenti ancora in corso, quelli condotti dal procuratore Gianfranco Amendola, sui presunti abusi legati, tra l’altro, a lavori di sbancamento fatti senza le prescritte autorizzazioni.

ULTIME NEWS