Pubblicato il

Italiano accusato di traffico di esseri umani

Un italiano, 52enne, sarebbe stato fermato nei pressi del lago di Balaton, vicino a Budapest, mentre era alla guida di un furgone diretto in Germania con 33 siriani a bordo del mezzo. Lo ha riferito SkyTg24, che ha citato fonti della polizia ungherese.
L’uomo, accusato di traffico di esseri umani, riferisce il canale all news, avrebbe detto di aver fatto salire a bordo i profughi infreddoliti.
La Farnesina ha confermato che un italiano è in stato di fermo in Ungheria, ma sul caso è stato chiesto il massimo riserbo. 
La vicenda viene seguita dall’ambasciata d’Italia a Budapest, che sta prestando tutta l’assistenza possibile in collaborazione con le autorità locali.
Intanto, in terra ungherese continua l’atteggiamento a dir poco disumano di coloro che rappresentano le istituzioni magiare. 
«Profughi in gabbia, nutriti come bestie». 
È la denuncia di una volontaria austriaca, Michaela Spritzendorfer-Ehrenhauser, che ha pubblicato un breve video registrato nel campo ungherese di Roszke, al confine con la Serbia. (Ansa)

ULTIME NEWS