Pubblicato il

CASO ALITALIA. Minnucci: «Preoccupati per i 240 lavoratori»

CASO ALITALIA. Minnucci: «Preoccupati per i 240 lavoratori»

FIUMICINO – Desta sempre più preoccupazione la situazione di Alitalia Maintenance Systems, l’azienda di revisione e manutenzione dei motori dei vettori aerei di Alitalia. In attesa dell’ingresso del contraente Giordano Panmed nella compagine societaria, i sindacati esprimono in un comunicato diffuso la scorsa settimana tutta la loro apprensione per la mancata induzione di motori nelle officine dell’azienda, che risulta sostanzialmente ferma. Tale situazione di stallo rischia di compromettere la prestazione delle fidejussioni necessarie per l’omologa del concordato, senza la quale le officine non possono ripartire. Nel frattempo il consigliere regionale Luca Malcotti ha inviato, per conto dei vertici aziendali e le organizzazioni aziendali, una richiesta di audizione di questi ultimi presso la commissione VIII presieduta da Mario Ciarla, per discutere della crisi aziendale che si protrae ormai da molto tempo, nonostante l’interessamento di diversi gruppi economici. Un appello per il futuro di Ams è stato lanciato anche dal deputato Minnucci, il quale si è appellato personalmente al Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, affinché si faccia chiarezza quanto prima sul futuro di Alitalia Maintenance Systems. «Nonostante le tante rassicurazioni pervenute e a pochi giorni dalla scadenza per la presentazione del nuovo piano di rilancio aziendale – ha dichiarato Minnucci – non sembrano infatti esserci novità sull’arrivo degli investimenti previsti. Una situazione di stallo che giustamente preoccupa i 240 lavoratori altamente specializzati di Ams a cui va tutta la mia solidarietà». «L’eventuale chiusura di Alitalia Maintenance Systems – ha concluso Minnucci – costituirebbe un fatto gravissimo non solo dal punto di vista occupazionale ma anche di strategia aziendale».

ULTIME NEWS