Pubblicato il

Referendum, continua la raccolta firme di ‘‘Possibile’’

Referendum, continua la raccolta firme di ‘‘Possibile’’

TARQUINIA – Continua la raccolta firme in tutta la Tuscia per i quesiti referendari della nuova formazione politica Possibile (nata intorno a Pippo Civati, ex-deputato del Pd), soprattutto dopo che c’è stato il coinvolgimento e la risposta dell’Agcom sul silenzio della stampa televisiva e cartacea a livello nazionale. Domenica come le precedenti, a Tarquinia  Gentili e Priscopo saranno nei pressi del Bar Gelateria “Danilo” di  via Umberto I fino alle 20. «Pippo Civati – spiega Marco Gentili – è stato ospite su alcuni canali televisivi per spiegare i motivi per cui si è arrivati alla richiesta referendaria sui quattro temi degli otto referendum (Jobs act, Italicum, la “Buona Scuola” e le Grandi Opere), ma il tempo perso dai giornalisti, non lo stanno perdendo migliaia di cittadini che hanno voglia di tornare a contare e che per questo fanno la fila ai banchetti, oppure stanno varcando le soglie dei loro comuni per tornare a far valere le proprie ragioni». «La ragione velatamente nascosta della raccolta firme per gli otto quesiti – spiegano il comunale Pd e co-presidente dell’associazione Luca Coscioni Marco Gentili con Pier Paolo Priscopo – è anche un segnale da mandare al Governo che in realtà sta facendo tutto quello che una formazione che dicasi di ‘‘sinistra’’ non avrebbe mai neppure sognato».  «Le azioni legali a qualcuno sono servite per finire in televisione non vorrei che bisogna agitare nuovamente pubblicamente lo spettro di un’azione legale per indurre gli altri a fare il Bene Comune anche su Tarquinia. A buon intenditor poche parole».

ULTIME NEWS