Pubblicato il

Lo svincolo per Tarquinia allagato per la seconda volta

Lo svincolo per Tarquinia allagato per la seconda volta

Il consigliere comunale d’opposizione Marcello Maneschi chiede spiegazioni al sindaco: "La città è rimasta di nuovo isolata"

TARQUINIA – Molto lavoro per la Polizia locale, il Gruppo comunale della Protezione civile e l’Aeopc di Tarquinia nella giornata di domenica, per il violento nubifragio che ha colpito la città. Coordinati dal sindaco Mauro Mazzola, i volontari sono intervenuti al Lido, a Marina Velca, sull’ex provinciale Porto Clementino e sulla strada Grottelle dove si sono registrati forti allagamenti. «Il personale della Polizia locale e i volontari della Protezione civile sono stati impegnati fino a tardi per ripristinare la viabilità. – spiega il primo cittadino – Continueremo a monitorare il territorio, visto il perdurare dell’allerta meteo». Intanto però monta la polemica sugli allagamenti. Oltre ai cittadini che si dicono stanchi dei troppi disagi in diverse località, interviene anche il consigliere comunale d’opposizione, Marcello Maneschi, che segnala l’ennesimo allagamento sullo svincolo per Tarquinia, dall’Aurelia. «Vorrei chiedere all’amministrazione comunale – dice Maneschi – come é possibile che sono due volte che piove e due volte che Tarquinia rimane isolata, visto che, a causa dell’allagamento, bisogna chiudere la rampa». «Ci domandiamo come sono stati fatti questi lavori- dice Maneschi che aggiunge – Chi doveva vigilare tecnicamente lo ha fatto? La verità é che ogni volta che piove Tarquinia rimane isolata».

ULTIME NEWS