Pubblicato il

«La teoria ‘‘gender’’ non è nel progetto educativo del Governo»

«Chi ha parlato e continua a parlare di teoria ‘‘gender’’ in relazione al progetto educativo del Governo di Renzi sulla scuola compie una truffa culturale. Ci tuteleremo con gli strumenti a nostra disposizione, anche per vie legali».
È quanto ha affermato a Radio 24 il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, sottolineando che in queste ore il Capo Dipartimento «sta inviando una circolare a tutti i dirigenti scolastici». 
«Spero che sia sufficiente» continua il ministro, avvertendo che «ove si continuasse ad incriminare la legge studieremo quali strumenti adottare».
«Il principio che introduce questa legge, la legge della ‘‘Buona scuola’’ – ha spiegato Giannini – non ha nulla a che fare con la ‘‘teoria gender’’ ma esplicita dei criteri di sensibilizzazione all’interno delle scuole all’educazione, alla parità tra i sessi, perchè questa è una società dove la condizione della donna sul piano sociale, culturale ed economico deve fare dei passi avanti e alla sensibilizzazione dei ragazzi nella prevenzione della violenza di ‘‘genere’’». 
Insomma, conclude il ministro dell’Istruzione, «la sintesi di questo comma 16 incriminato ingiustamente è l’introduzione della cultura della ‘‘non discriminazione’’ di ogni tipo, razziale, etnico e religioso, è l’introduzione della cultura della tolleranza e dell’accoglienza». 
Temi, conclude Giannini, «che la scuola in un Paese avanzato e moderno ha sempre introdotto in varie forme e che noi rinnoviamo in questa legge dello Stato». (Adnkronos)

ULTIME NEWS