Pubblicato il

Trasporto disabili, Airi: "Nessuna soluzione"

CIVITAVECCHIA – La contrita risposta dell’assessore ai Servizi Sociali Daniela Lucernoni sul caso di Fabrizio Airi, il ragazzo disabile rimasto senza mezzo di trasporto per recarsi a scuola a causa, a quanto pare, di problemi burocratici, non è stata seguita nei fatti da una soluzione concreta del problema. L’assessore aveva infatti assicurato che sia Fabrizio che un altro ragazzo nelle sue stesse condizioni da oggi sarebbero andati a scuola. “Il trasporto pubblico di Argo – aveva spiegato – sentite le esigenze di orario delle famiglie, provvederà ad agevolare il loro utilizzo del mezzo pubblico per andare a scuola senza troppi disagi”. Ma forse si è dimenticata le condizioni in cui versano i mezzi di Argo. “Quale problematica pensa di aver risolto, se stamattina Fabrizio non è potuto andare a scuola e molto probabilmente non lo farà neanche domani? – si è chiesto il papà, Aldo – chi si prende la responsabilità di far salire questi ragazzi sui mezzi di linea, considerate le condizioni in cui versano? Solo qualche mese fa, infatti, ho presentato un esposto in Procura proprio per denunciare la situazione: si tratta di autobus che non sono adeguati ad un trasporto disabili. Inoltre a bordo non sarebbe prevista neanche la presenza di un assistente”. Nel frattempo il Comune si è impegnato a presentare domanda, per l’anno in corso, all’area metropolitana che mette a disposizione delle somme per questo servizio: la scadenza è fissata al 30 settembre.

ULTIME NEWS