Pubblicato il

«Urge un punto di soccorso per volatili»

«Urge un punto di soccorso per volatili»

A lanciare l’allarme un collinare che ieri ha trovato un falco ferito e lo ha dovuto portare alla Lipu di Roma. Sui Monti della Tolfa si è riprodotta una coppia di cicogne nere che ha portato all’involo 4 giovani esemplari

TOLFA – Un bellissimo esemplare di falco ferito gravemente da pallini di fucile è stato trovato ieri nell’area dei Monti della Tolfa; l’animale è vivo grazie alle cure e alla corsa a Roma di un fungarolo collinare (A.S. le sue iniziali) che lo ha trovato e soccorso. A.S., mentre stava cercando funghi nella macchia sita sul territorio allu-tolfetano ad un certo punto: «Ho sentito lamenti e ho visto dei movimnti nell’erba, mi sono avvicianto e ho trovato un falco ferito. Pian piano mi sono avvicinato e sono riuscito a prenderlo». Il collinare ha spiegato che: «Dopo aver trovato l’animale ho provato a cercare aiuto ma nel nostro territorio non esistono punti di accoglienza per uccelli feriti. Non sapendo a chi rivolgermi su Internet ho visto che la sede della Lipu (Lega Italiana Protezione Uccelli – ndr) era a Roma e sono corso là. Sono contento di essere riuscito a salvare dalla morte questo esemplare, ma ci tengo a evidenziare che non è normale che in un’area verde come la nostra e che ricade sotto la Zona a Protezione Speciale e nella quale vivono così tanti uccelli non ci sia un punto di accoglienza per poter salvare e curare questi amici animali. Mi preme anche avvisare tutti coloro che trovano uccelli feriti di non lasciarli e far finta di niente, ma di portarli alla Lipu a Roma in via Ulisse Aldrovandi a Roma, tel. 06320191». Accanto a questo uccello salvato, va però ricordato che ci sono anche altre belle notizie. I Monti della Tolfa da sempre sono un’area verde che negli anni è stata scelta da varie specie di volatili che qui nidificano. In questi giorni Guido Prola ha scoperto e fotografato cicogne nere nidificanti proprio nei Monti della Tolfa. Nella Zona di Protezione Speciale (Zps) Monti della Tolfa anche quest’anno, così come è avvenuto anche nel 2014, si è riprodotta una coppia di cicogne nere. «La coppia, unica del Lazio, ha portato all’involo ben quattro giovani – spiega appunto Guido Prolo (sua la foto sopra – ndr) – una riproduzione straordinaria e meravigliosa, che ci riempie di gioia e ci fa ben sperare nell’insediamento di future coppie nidificanti». In questo stesso periodo, poi, sono stati avvistati e fotografati vari volatili nella zona di Ripa Maiala che si sta sempre più popolando e che viene sempre più scelta da varie specie animali. 
Rom. Mos. 

ULTIME NEWS