Pubblicato il

Filctem-Cgil, tra gas-acqua e chimica partono i nuovi contratti

Filctem-Cgil, tra gas-acqua e chimica partono i nuovi contratti

Sono dieci i Ccnl in scadenza al 31 dicembre

Roma – Parte la stagione dei rinnovi contrattuali 2016-2018 nel ‘perimetro’ della Filctem-Cgil. Sono dieci i contratti nazionali di lavoro in scadenza al 31 dicembre 2015: l’undicesimo – quello delle lavanderie industriali – è scaduto il 30 giugno e Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil hanno già inviato la piattaforma (102 euro la richiesta di aumento salariale) ad Assosistema-Confindustria per l’avvio immediato delle trattative. E’ quanto si legge in una nota del sindacato. 
Complessivamente, i lavoratori interessati sono oltre 550.000, impiegati in quasi 15.000 imprese. Cinque gli appuntamenti significativi previsti nel mese di settembre, tutti a Roma: le assemblee nazionali delle strutture e dei delegati Filctem-Cgil, Femca e Flaei-Cisl, Uiltec-Uil che vareranno definitivamente le piattaforme contrattuali per poi inoltrarle alle rispettive controparti per l’avvio delle trattative. Si comincia il 15 settembre con il settore chimico-farmaceutico (171.000 gli addetti in oltre 2900 imprese: la richiesta di aumento salariale dei sindacati è di 123 euro). 
Il 23, 24, 25 settembre si svolgeranno rispettivamente le assemblee dei settori gomma-plastica (140.000 addetti in 5500 imprese: 105 euro l’aumento richiesto), gas-acqua (48.000 addetti in 600 imprese: 128 euro la richiesta di aumento), energia e petrolio (37.000 addetti in 34 imprese, tra cui l’Eni: chiesti 134 euro di aumento). Infine, il 30 settembre si approverà la piattaforma degli elettrici (circa 60.000 i lavoratori interessati, impiegati in 130 imprese, tra cui l’Enel). Intanto, Filctem, Femca e Uiltec sono già al lavoro per predisporre le piattaforme contrattuali degli altri contratti in scadenza (occhiali, spazzole e penne, Pmi Unionchimica-Confapi, retifici industriali, coibentazione termoacustica).

ULTIME NEWS