Pubblicato il

Sgr, per il Pd un bando da ritirare

Sgr, per il Pd un bando da ritirare

CIVITAVECCHIA – Il Partito democratico interviene sul bando per la selezione di una società di gestione del risparmio per la costituzione e gestione di un fondo immobiliare ad apporto pubblico di tipo chiuso di diritto italiano per la valorizzazione del patrimonio immobiliare, e lo fa con un’interrogazione. Il gruppo consiliare si rivolge al Sindaco e alla giunta, per conoscere «per quale motivo non si sono seguite le procedure previste dall’art. 55, del D. Lgs 12 aprile 2006, n. 163 e successive modificazioni e integrazioni, (Codice dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture) specificando nella determina a contrarre (obbligatoriamente) se la selezione avverrà in base ad una procedura aperta o ristretta (tra l’altro il valore previsto a base di gara pari ad Euro 951.970,50 è sopra la soglia comunitaria)» Il gruppo Pd intende sapere «se il Sindaco è consapevole che le procedure di pubblicazione in un caso e nell’altro (procedura aperta o ristretta) sono differenti dato in caso di procedura aperta si prevede la pubblicazione del bando prima sulla GUUE e in G.U e che tale pubblicazione non può essere inferiore a 52 giorni, se il Sindaco ha consapevolezza che interpretando il bando così come è stato fatto, ogni operatore in possesso dei requisiti richiesti può presentare offerta, assimilando dunque la procedura alle caratteristiche di procedura aperta e dunque deducendo che le modalità di pubblicazione ed i tempi di pubblicazione non rispettano il codice dei contratti». Il Pd pretende ancora di sapere «se il Sindaco, o chi per lui, è al corrente che le “procedure ristrette” sono le procedure alle quali ogni operatore economico può chiedere di partecipare e in cui possono presentare un’offerta soltanto gli operatori economici invitati dalle stazioni appaltanti, con le modalità stabilite dal Codice dei contratti e se infine, ma più rilevante dal punto di vista politico, il Sindaco e la Giunta non ritengano di dover ritirare il bando oggetto della presente interrogazione, per evitare le gravi conseguenze che deriveranno dagli immancabili ricorsi sulla base delle palesi irregolarità sopra evidenziate».

ULTIME NEWS