Pubblicato il

Chiuso il centro diurno "I girasoli"

Chiuso il centro diurno "I girasoli"

CIVITAVECCHIA – «Vogliamo sapere cosa ne sarà del centro diurno ‘‘I Girasoli’’, che dal mese di maggio è chiuso». La richiesta arriva da alcune mamme di ragazzi diversamente abili, che ora vorrebbero conoscere le intenzioni del Comune, a seguito del recente bando per l’assegnazione della gestione del centro con sede ai piedi del palazzo della Nona. Le famiglie dei ragazzi, l’altra sera, sono state accolte presso la sede del Moc a San Liborio dietro loro richiesta, dove hanno avuto modo di raccontare la loro storia. «La Valcomino – hanno spiegato – che prima gestiva il centro diurno – ha perso la gara d’appalto e della nuova associazione non sappiamo praticamente nulla. Il fatto è che il centro è chiuso da maggio e i ragazzi non hanno più un punto di ritrovo». Notizie discordanti quelle raccolte nei giorni scorsi dalle famiglie presso l’ufficio dei Servizi sociali: ognuno chiarisce la cosa a modo suo. Di certo c’è solo che la Valcomino starebbe preparando un ricorso contro l’aggiudicazione della gara e che gli atti sarebbero in dirittura d’arrivo. A gestire il servizio sarà ‘‘Area Sociale’’, che però, nonostante l’apertura delle buste risalente allo scorso luglio, non avrebbe ancora messo piede a Civitavecchia. Il dirigente che ha presieduto la commissione di gara avrebbe trasmesso gli atti ai Servizi sociali, i cui uffici misteriosamente non hanno ancora proceduto. Intanto oltre dieci ragazzi diversamente abili rimangono a casa; qualcuno è stato accolto presso il centro ex Anni Verdi di Santa Severa, altri non hanno avuto la stessa fortuna. Indiscrezioni parlano di una sterzata degli ultimi giorni ai Servizi sociali per poter chiudere il prima possibile la partita, ma allo stato attuale non esisterebbero atti concreti. Ricordiamo che il centro diurno ‘‘I Girasoli’’ ha iniziato la sua attività nel 2001, fornendo assi stenza ai ragazzi diversamente abili per sette ore al giorni, fino allo scorso maggio. La stessa Valcomino, nonostante avesse perso la gara a febbraio scorso, grazie a un residuo di cassa avrebbe continuato a garantire il servizio  fino a maggio. Con un ribasso del 50% ha vinto ‘‘Area Sociali’’, ora si attende di conoscere cosa accadrà e quando i ragazzi potranno tornare a frequentare il centro diurno.

ULTIME NEWS