Pubblicato il

Manuedda: "Aprire l'ecocentro anche alle aziende"

Manuedda: "Aprire l'ecocentro anche alle aziende"

CIVITAVECCHIA – Una possibile apertura dell’eco-centro anche alle aziende. Lo ha accennato Alessandro Manuedda, nella trasmissione radiofonica di Radio Stella Città. L’assessore era stato interpellato sullo smaltimento dei rifiuti speciali , una questione spinosa per le aziende locali e legata a filo doppio alla problematica delle discariche abusive nate in periferia.  “Stiamo valutando con i tecnici provinciali la possibilità di fare un regolamento in cui sia previsto l’accesso all’eco-centro anche per le ditte, naturalmente dietro un corrispettivo, però  non c’è certezza perché questo solitamente nei centri del Comune non avviene, è un servizio riservato ai cittadini”. In realtà, ha sottolineato Mauedda, la maggior parte delle violazioni dell’ordinanza che definisce i giorni e gli orari di conferimento dei rifiuti rilevate dalle Guardie Zoofile non riguardano le aziende, bensì privati provenienti dal comprensorio: per l’Assessore, l’unica soluzione  è la raccolta porta a porta. “Stiamo facendo di tutto per fare in modo che questo sia l’ultimo anno in cui è in vigore l’ordinanza, che tra parentesi scade il 30 settembre, e ovviamente per fare in modo che non ci sia più bisogno dell’ordinanza bisogna far sparire i cassonetti. Se Civitavecchia ormai è circondata da Comuni che fanno la raccolta porta a porta e noi abbiamo i cassonetti stradali, purtroppo la tentazione per qualcuno che non vuole fare la raccolta nel proprio Comune c’è. Cerchiamo di eliminare il problema alla radice”. E proprio sulla raccolta differenziata l’Assessore annuncia l’approssimarsi della chiusura di due bandi, quello per l’individuazione del soggetto che si occuperà della comunicazione e quello per l’acquisto di nuovi mezzi, prevista rispettivamente per la metà e per la fine di ottobre.
F.B.

ULTIME NEWS