Pubblicato il

Avviata l’opera di ripulitura dei rioni cittadini

Avviata l’opera di ripulitura dei rioni cittadini

Al lavoro gli operai della Gesam

SANTA MARINELLA – Finalmente si comincia a vedere l’opera di ripulitura dei rioni cittadini, e le zone periferiche di Santa Marinella tornano piano piano a riprendere il loro aspetto naturale. Da alcuni giorni, infatti, un gruppo di operai della Gesam, la società che ha in gestione il servizio di raccolta dei rifiuti differenziati, ha destinato una squadra di dipendenti ad effettuare lo sfalcio delle erbe e la pulizia delle strade nei quartieri della Perla del Tirreno. Hanno iniziato in zona Alibrandi, per passare poi al Maiorca, quindi in via Dei Fiori, via Rucellai, il Parco dei Tulipani, Santa Severa e ieri via delle Mimose. Una vera e propria deforestazione, quella a cui hanno provveduto gli operai della Gesam, anche per essersi trovati di fronte ad una situazione insostenibile. La strada principale invasa dalle sterpaglie, i marciapiedi completamente coperti dagli arbusti e dai rovi, le cunette praticamente non più visibili in quanto oscurate dalle erbacce. Tre ore di duro lavoro per ripulire praticamente solo metà strada. Ovviamente il quartiere non è stato liberato dai canneti, dalla foresta che si è creata nelle aree non urbanizzate, ma resta sempre un lavoro di ripulitura che avrà necessità di essere continuato anche nei prossimi giorni. Di questi tempi il problema dello sfalcio investe un po’ tutti i rioni periferici della città. La cosa riguarda anche i fossi che questa estate sono stati ripuliti dagli arbusti e dai canneti. L’amministrazione quindi dovrà continuare questa sorta di restyling dei quartieri cittadini per dare un minimo di decoro ad una cittadina che fa del turismo il suo settore economico più importante. Il problema che investe l’azienda è quella del personale che, con l’avvento della differenziata, fa turni massacranti. Sono stati destinati a questo lavoro di ripulitura solo cinque operai a tempo determinato che dovrebbero essere reinseriti nel loro settore a breve. Sarebbe un peccato sospendere proprio ora un lavoro molto importante per la vivibilità dei rioni. (G.B.)

ULTIME NEWS