Pubblicato il

Menditto: "Avviato un interessante dialogo"

Menditto: "Avviato un interessante dialogo"

Incontro interlocutorio in commissione ambiente sul tema dell’inquinamento da fumi in porto. Presenti i rappresentanti degli armatori. Il futuro potrebbe essere il Gnl. Scarsa partecipazione alla manifestazione di cittadini fuori il Pincio

CIVITAVECCHIA – Una riunione interlocutoria. E non poteva essere altrimenti la seduta di oggi della commissione Ambiente che ha chiamato in audizione rappresentanti degli armatori, Autorità Portuale e Capitaneria di Porto per affrontare insieme il problema dell’inquinamento dovuto ai fumi delle navi che scalano il porto. Difficile risolvere un problema annoso come questo in una seduta nella quale, comunque, era impossibile prendere decisioni di qualsiasi tipo. Anche perché, come emerso più volte nel corso dell’incontro, le richieste e le proposte di una amministrazione rischiano di scontrarsi spesso con quella che è la realtà e le tecnologie in uso sulle diverse navi. Si può parlare di Gnl (gas liquido naturale) che va quasi ad azzerare le emissioni di ossido di zolfo e abbatte notevolmente quelle di azoto: ma è comunque un progetto è medio lungo termine, sul quale tra l’altro il porto di Civitavecchia sta lavorando da tempo, per cui servono progetti comuni di sviluppo. «Sono soddisfatto delle presenza in commissione delle diverse realtà – ha commentato il presidente Dario Menditto – è stato un incontro interlocutorio, con spunti interessanti, nonostante le questioni tecologiche che sono state poste. È stato comunque avviato un dialogo che spero possa andare avanti, per arrivare ad un accordo». L’obiettivo dell’amministrazione a Cinque Stelle, infatti, è proprio quello di riuscire a siglare un accordo volontario tra Enti Locali, armatori ed Autorità marittima, finalizzato all’abbattimento delle emissioni ambientali, attraverso l’assunzione di impegni come l’utilizzo di carburante a basso tenore di zolfo da parte delle navi in navigazione e manovra all’interno del porto, come già è d’obbligo in fase di ormeggio. Tra le proposte del Pincio, che saranno poi portate in Consiglio Comunale, anche la richiesta, rivolta alla Regione, di inserire nel Piano di Risanamento della Qualità dell’Aria ulteriori misure atte a prevenire o limitare le emissioni in atmosfera, come ad esempio la fissazione dei limiti al camino delle singole navi degli inquinanti prodotti. «Vogliamo richiamare chi è preposto al controllo – ha aggiunto il sindaco Cozzolino – alla collaborazione. Vogliamo essere credibili agli occhi dei cittadini». Scarsa presenza alla manifestazione – circa una trentina di persone – organizzata tramite social network fuori il Pincio. «Sono deluso dalla bassa affluenza, sicuramente non corrispondente alle adesioni registrate su facebook – hnno sottolineato gli organizzatori – questo è un problema che dovrebbe riguardare tutti gli abitanti di Civitavecchia».

ULTIME NEWS