Pubblicato il

Festival Cinema di Roma, budget ridotto e ressa per il Sindaco

ROMA – Una presentazione ‘movimentata’ quella della Festa del Cinema di quest’anno in programma dal 16 al 28 ottobre. Calca di giornalisti all’Auditorium Parco della Musica per il sindaco Ignazio Marino arrivato per la conferenza stampa. Subito è stato attorniato da reporter, fotografi e cameramen che gli hanno rivolto diverse domande, dopo le parole pronunciate ieri da Papa Francesco sul suo viaggio a Philadelphia. «Marino in America? Non l’ho invitato io», ha detto il pontefice. E’ scoppiato un nuovo caso. Con il sindaco della capitale «stufo di queste polemiche che vengono create ad arte per danneggiare l’immagine di Roma – ha replicato in un video pubblicato su Facebook –  Sono anche dispiaciuto che qualcuno abbia addirittura disturbato il Santo Padre per questi motivi. Io sono stato invitato dal sindaco di Filadelfia e dal vescovo a giugno». Il giorno dopo, i primo cittadino ha preferito non rispondere tirando dritto. Durante «l’inseguimento» del sindaco ci sono state fasi concitate: un operatore è caduto per terra, un altro ha urtato contro una colonna; inoltre, entrati dentro l’Auditorium, altri due hanno avuto un diverbio. Quello di quest’anno si propone come un festival ridotto rispetto agli anni passati (si parla di un budget di soli 4 milioni) ma di qualità. «Cancellare il concorso, giurie, cerimonia apertura e chiusura, annullare i premi, tranne quello del pubblico»: è la ‘svolta’ del neodirettore artistico Antonio Monda della decima edizione della festa di Roma presieduta da Piera Detassis. Una volontà, ha spiegato Monda che nasce nel segno della qualità.Per questa festa di Roma comunque un giorno in meno di programmazione, una sala in meno (la Santa Cecilia) e, almeno sulla carta, pochi ospiti annunciati. Comunque in campo film importanti come ‘Truth’ di James Vanderbilt sui favoritismi del giovane George W. Bush per evitare il Vietnam, ma anche ‘The walk’ e anteprime italiane come quelle di Cupellini, Mainetti, Rubini, Sorrentino e Amelio. E ancora in un’edizione con una sezione unica composta da 37 film (circa la metà di quelli dell’anno scorso), autori come Anderson, Johnnie To, Zemeckis, Aguero e tra gli omaggi alla tv la seconda serie di Fargo. Il pezzo forte di questa edizione della festa di Roma saranno i cosiddetti ‘Incontri ravvicinati’ con Jude Law; con la coppia Wes Anderson e la scrittrice Donna Tartt, William Friedkin e Dario Argento; Joel Coen e Frances McDormand; Paolo Sorrentino; Todd Haynes; Carlo Verdone e Paola Cortellesi; Renzo Piano e, infine, Riccardo Muti e Paolo Villaggio.

ULTIME NEWS