Pubblicato il

«Una sede definitiva entro dicembre»

«Una sede definitiva entro dicembre»

Animo onlus lancia un ultimatum all’amministrazione comunale. I volontari: «Manca la determinazione politica di andare incontro al progetto»

LADISPOLI – Continua la polemica tra l’associazione Animo Onlus e l’amministrazione comunale di Ladispoli. Un botta e risposta che va avanti ormai da mesi per la ricerca, da parte di Animo, di una sede definitiva per il suo progetto che abbraccia centinaia di famiglie, e le promesse da parte dell’amministrazione comunale di trovare una sede per i volontari.
«In un’intervista su ‘‘La Provincia’’ – dichiarano i volontari – l’assessore ha fatto trapelare che è intenzione dell’amministrazione comunale concedere a progetti sociali come il nostro una parte dei locali destinati alla nuova caserma dei vigili urbani di via Vilnius. Peccato però che al momento in quel luogo non esistono strutture comunali ma solo un terreno pieno di fiori di campo. I lavori per questa opera non sono ancora partiti e chissà mai quando inizieranno. Più che la risoluzione a un problema immediato la proposta di Ussia appare piuttosto una presa in giro verso i volontari. Sempre in quell’intervista l’assessore ha fatto cadere l’ipotesi la struttura inutilizzata di via Milano come possibile sede di una ‘‘Cittadella della solidarietà’’ nella quale poter ospitare Nessuno si Salva da Solo e altre associazioni operanti nel sociale.»
«Alla luce di queste dichiarazioni che ricordiamo sono seguite a mesi di silenzio indecoroso su questo tema da parte di Palazzo Falcone,  – continuano i volontari -Animo si sta convincendo sempre di più che il problema non risieda tanto nella mancanza di strutture quanto nella volontà politica di questa amministrazione di venire incontro alle esigenze di un progetto che per i numeri raggiunti non appartiene più alla associazione che lo ha promosso ma all’intera città che questi amministratori rappresentano.Il tempo delle promesse e delle favole come questa ‘‘isola che non c’è’’ di via Vilnius è finito. Aspettiamo con impazienza il tavolo convocato per metà ottobre. Nell’incontro Animo Onlus ribadirà quello che ha sempre chiesto fin dall’inizio di questa storia: una sede definitiva entro dicembre».

ULTIME NEWS