Pubblicato il

Rifiuti abbandonati sulla Braccianese

Rifiuti abbandonati sulla Braccianese

Dalla collina arriva la protesta dei residenti che lamentano «un territorio deturpato». Infuriato il presidente del Gal Aldo Frezza: «Basta inquinare l’ambiente». Il sindaco: «Si denuncino i responsabili»

ALLUMIERE – Dalla collina la protesta di molti residenti che denunciano la «cattiva abitudine di molti sporcaccioni di gettare immondizie, buste e rifiuti ingombranti nei fossi che costeggiano la strada provinciale Braccianese Claudia e altre aree verdi del territorio». Gli allumieraschi si dicono stanchi di «vedere deturpato il territorio» e spiegano: non è possibile che mentre stiamo facendo la differenziata e investiamo soldi e fatica per rispettare l’ambiente per colpa di qualche maleducato e incivile si continua a vedere il territorio inquinato». La protesta è montata anche su Facebook: tanti residenti del paese collinare stanno fotografando discariche abusive, immondizia nei fossi, sacchetti lasciati in giro. Oltre a stigmatizzare questo modo di fare, invitano «tutti a mobilitarsi e ad essere pronti a richiamare chi non rispetta le regole e l’ambiente e a denunciare coloro che continuano a sporcare e inquinare». Adirato anche il presidente del Gal, Aldo Frezza, il quale si dice «Stanco di vedere deturpato questo territorio» e vedendo i fossi pieni di fiori ricoperti da immondizie si domanda: «Come è possibile davanti alla meraviglia di questa natura continuare a gettare rifiuti». Sulla stessa linea il sindaco Augusto Battilocchio: «Da anni con fatica, impegno e dispendio di soldi e di energie da parte della nostra amministrazione comunale e dei cittadini per la cura dell’ambiente e per la raccolta differenziata, siamo un paese che è d’esempio per tanti e non è giusto che per colpa di qualche scellerato si deturpi l’ambiente anche perché poi bisogna spendere soldi di tutti per bonificare le aree, soldi sprecati che potrebbero essere destinati ad opere utili a tutti. Esorto tutti i cittadini a denunciare chi sporca e non rispetta le regole. Noi, le forze dell’ordine e tutti i cittadini insieme possiamo dire basta a questo scempio». (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS