Pubblicato il

«Il risultato dei Moderati induca ad una riflessione»

«Il risultato dei Moderati induca ad una riflessione»

Università Agraria. Esulta la lista civica del vicesindaco Renato Bacciardi che ha ottenuto 1200 preferenze. «Non esiste più una sinistra dura e pura che da sola, senza coalizione, è destinata a perdere»

TARQUINIA – «Grazie!! Grazie!! ai 1200 elettori che hanno scelto di dare fiducia alla lista civica ‘‘Moderati e Riformisti’’». Grande esultanza per il vicensindaco renato Bacciardi e i suoi: «Lo strepitoso successo elettorale pone il movimento come primo partito della coalizione di centro-sinistra nelle elezioni per l’Università Agraria di Tarquinia che ha visto la nomina a presidente di Alberto Blasi, al quale va il nostro più grande in bocca al lupo per il lavoro che è chiamato a svolgere». «In questi giorni – si legge in una nota ufficiale dei Moderati e Riformisti – sono stati molti gli attacchi gratuiti che ci hanno tirato più volte in ballo, ma gli elettori hanno spazzato via tutto, dando fiducia a candidati concreti e preparati.  È sotto gli occhi di tutti che la vittoria con circa il 53% dei consensi per il presidente Blasi, è stata determinata dal nostro risultato. Altresì evidente come la nostra lista civica lo sia stata per le elezioni provinciali, diventando il pilastro fondante per l’affermazione della coalizione di centrosinistra nella provincia di Viterbo». «Il risultato dell’Università Agraria di Tarquinia dimostra che alle elezioni amministrative una coalizione forte è indispensabile per il successo – aggiungono Bacciardi & Co. – ed ancora di più lo è quando la lista civica è in grado di intercettare i consensi di elettori moderati delusi dal centrodestra ma anche da quella parte di centrosinistra che non si riconosce più nel Pd. Ci auguriamo che il risultato induca una riflessione seria e approfondita, anche a tutti coloro ancora nostalgici di una sinistra ‘‘dura e pura’’ che non esiste più e che, da sola, senza coalizione, è destinata a perdere soprattutto quando il centro-destra è unito. Speriamo che Tarquinia possa essere usata come esempio e che, anche in Provincia, si riesca a voltare pagina». 

ULTIME NEWS