Pubblicato il

Pesca, sanzioni della Capitaneria per 14 mila euro

Pesca, sanzioni della Capitaneria per 14 mila euro

CIVITAVECCHIA – SI è conclusa la scorsa settimana l’operazione “Autunno 2015” condotta dalla Guardia Costiera su spinta del comando generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. Ristoranti, pescherie e mercati sono finiti sotto la lente di ingrandimento degli uomini della direzione marittima locale, per un totale di 16 controlli diretti alla verifica della corretta detenzione dei prodotti ittici da parte degli esercenti, secondo quanto previsto dalla normativa comunitaria e nazionale in materia di pesca, anche nel rispetto delle elementari norme igienico sanitarie e a tutela della salute dei consumatori.

I controlli hanno portato ad elevare ben nove sanzioni amministrative per un totale di circa 14.000 euro, di cui 4.500 a ristoranti dei comuni di Civitavecchia e Santa Marinella per mancanza di documenti di tracciabilità dei prodotti ittici detenuti. Inoltre, presso il mercato ittico di Civitavecchia sono stati elevati quattro verbali amministrativi, comminati a diversi esercenti per mancata esposizione dell’etichettatura e mancanza di documenti di tracciabilità dei prodotti esposti, secondo quanto previsto dalla normativa comunitaria.

A pochi giorni di distanza dall’ultimo intervento, la Capitaneria ha elevato un altro verbale amministrativo per 4000 per pesca non consentita di ricci, a Santa Marinella.

I controlli da parte della Guardia Costiera sulla filiera della pesca proseguiranno serrati anche nei comuni dell’entroterra al fine di salvaguardare utenti, consumatori e la salute pubblica più in generale.

ULTIME NEWS