Pubblicato il

Università Agraria, Catini: «Rinnova è la seconda forza della città davanti al Pd»

Università Agraria, Catini: «Rinnova è la seconda forza della città  davanti al Pd»

TARQUINIA – «Abbiamo scelto di ripartire dal cambiamento con una coalizione che ha trasmesso entusiasmo e voglia di credere ancora nella buona politica, raccogliendo un consenso straordinario». Manuel Catini e le sue liste commentano il voto rimarcando che la lista ‘’Rinnova con Catini’’ è la seconda forza politica della città, addirittura  avanti al Partito democratico, il partito di governo nazionale, regionale e locale. «Il nostro risultato – dicono Catini & Co. – testimonia quanto di buono abbiamo creato, siamo la seconda forza della città, con la lista Rinnova addirittura sopra il Partito Democratico, a quanto pare sorpreso da Don Chisciotte, ed ora il Sindaco torni pure a leccarsi le ferite andando a cercare vie di fuga che non esistono».  «Abbiamo presentato ed offerto un nuovo modo di intendere la politica – dicono gli esponenti di ‘’Idea e sviluppo”, “Rinnova con Catini” e “Catini presidente” –  ed il 47,5% dei cittadini ha voluto premiarci dandoci fiducia. Non lasciamo spazio a nessun rimpianto e siamo orgogliosi di aver avviato un percorso nuovo che ci condurrà alle elezioni amministrative del 2017. Senza strutture di partito, senza false promesse elettorali, senza amministrazioni uscenti, senza poteri e strapoteri, abbiamo lottato per la vittoria fino all’ultima scheda, rispondendo così a quanti ci davano spacciati già prima della presentazione delle liste. Gli attestati di stima di queste ore sono il segnale chiaro che la gente si riconosce nel nostro progetto e che vuole aderire già da subito». «Questa sinistra – concludono Catini e i suoi – non è più in grado di dare risposte concrete ai cittadini ed ha scelto l’Università Agraria come merce di scambio in vista della corsa alla carica di Sindaco. Abbiamo condotto una campagna elettorale parlando dell’Università Agraria, con un programma giovane e pieno di buoni propositi, dove occupazione e sviluppo sarebbero stati gli elementi principali. Oggi ringraziamo il nostro elettorato e avvieremo un percorso di coalizione sia a livello amministrativo che politico rimanendo sempre più convinti che cambiare si può. Grazie Tarquinia». 

ULTIME NEWS