Pubblicato il

«Il titolare della Porto Romano deve attenersi agli accordi presi»

«Il titolare della Porto Romano deve attenersi agli accordi presi»

Il sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca interviene dopo l’annuncio del titolare della società di ricorrere al Tar. Il primo cittadino difende la convenzione urbanistica approvata dal consiglio comunale

SANTA MARINELLA – Non l’ha presa bene il sindaco Roberto Bacheca, la decisione del titolare della società che ha in gestione il porto turistico, di ricorrere al Tribunale Regionale del Lazio per rendere nulla la convenzione urbanistica tendente alla realizzazione dell’ampliamento della struttura turistica. Nei giorni scorsi, infatti, 
dopo essersi visto respingere il ricorso presentato nel maggio scorso dal Tar, il gestore del porto ha deciso di ripresentare ricorso e di non firmare la convenzione urbanistica che il Comune gli ha proposto. Il nuovo ricorso al tribunale, infatti, è stato presentato perché la Porto Romano, firmando la convenzione, dovrebbe far fronte a dei costi esosi per provvedere alla messa in sicurezza dei fossi che attraversano l’area portuale, farsi carico della viabilità di ingresso alla struttura, realizzare una rotonda per favorire l’accesso al porto e il traffico verso il centro cittadino, costruire una barriera di scogli davanti alla spiaggia adiacente al porto che secondo i legali della Porto Romano non è in concessione, ed inoltre altre uscite come i 30 mila euro annui da versare per attività all’interno del porto, 20 mila per un progetto di bonifica ambientale e, per finire, la richiesta del Comune di mettere a disposizione dell’ente locale 250 posti barca. Il primo cittadino, però, contesta i fatti e dice apertamente che il Comune non ha fatto altro che proporre una convenzione urbanistica che in pratica è un sunto delle altre convenzioni redatte dalle precedenti amministrazioni. «Il titolare della Porto Romano deve attenersi agli accordi presi e firmare la convenzione urbanistica che è stata approvata dal consiglio comunale e passata attraverso la Conferenza dei Servizi che si è tenuta alla Regione Lazio – dice Bacheca – quindi se non firma rischia che venga resa nulla la convenzione con il Comune e perdere la gestione del porto turistico». 

ULTIME NEWS