Pubblicato il

Tangenti per appalti a Palermo portano ad arresti eccellenti: tra cui il presidente Rfi

Arresti eccellenti a Palermo dove la polizia ha arrestato tre funzionari pubblici che devono rispondere dei reati di concussione e di induzione indebita a dare o promettere utilità. Agli arresti domiciliari è finito anche Dario Lo Bosco, presidente di Rfi (Rete ferroviaria italiana), nonché presidente dell’Azienda siciliana trasporti.
Lo Bosco secondo la Procura di Palermo avrebbe intascato una tangente da 58mila euro legata a un appalto per l’acquisto di un sensore per il monitoraggio delle corse per i treni. Gli altri due funzionari pubblici arrestati sono Salvatore Marranca e Giuseppe Quattrocchi del Corpo Forestale. Anche loro sono finiti ai domiciliari.
Marranca è accusato di avere intascato una mazzetta da 149 mila euro mentre Quattrocchi da 90 mila euro. Non solo tangenti. Secondo i magistrati della Procura di Palermo, guidati da Francesco Lo Voi, che ha coordinato l’inchiesta due dei funzionari arrestati avrebbero ricevuto anche diversi regali, tra cui climatizzatori di valore. (Ansa)

ULTIME NEWS