Pubblicato il

Piazza XXIV Maggio: Comune parte civile nel processo

Piazza XXIV Maggio: Comune parte civile nel processo

CIVITAVECCHIA – Il Comune di Civitavecchia si è costitutito ufficialmente parte civile nell’ambito del processo dibattimentale per il caso di piazza XXIV Maggio e del palazzo finito nel mirino della magistratura e dissequestrato poi a giugno 2013, a seguito e poi di una delibera di consiglio comunale del novembre 2012 con la quale di fatto si è approvata la variante che ha sanato il presunto abuso, intervenendo sulla destinazione d’uso dell’area.
La costituzione di parte civile voluta dall’amministrazione Cozzolino è stata formalizzata nell’udienza che si è svolta questa mattina e nel corso della quale sono stati poi ascoltati alcuni carabinieri che, ai tempi, avevano condotto le indagini, a partire dal luogotenente Giuliano Mangoni che ha coordinato le attività, fatte di intercettazioni, controlli, verifiche.
Dieci in totale gli imputati: funzionari e dirigenti dell’ufficio urbanistica di palazzo del Pincio, titolari e tecnici dell’impresa che ha realizzato lo stabile, sono accusati, a vario titolo, di abuso edilizio, abuso in atti d’ufficio, mancato rispetto delle distanze dalla ferrovia, della destinazione di uso pubblico dell’area e la realizzazione di un piano in più rispetto al progetto.
Il processo è stato aggiornato al 18 febbraio prossimo.  

ULTIME NEWS