Pubblicato il

Guardia Costiera: Melone è il nuovo comandante delle Capitanerie di porto

Guardia Costiera: Melone è il nuovo comandante delle Capitanerie di porto

Stamane cerimonia di insediamento a Fiumicino con il ministro Delrio 

FIUMICINO – L’ammiraglio ispettore Vincenzo Melone è il nuovo comandante generale del corpo delle Capitanerie di porto. La cerimonia di passaggio delle consegne con il comandante uscente, l’ammiraglio Felicio Angrisano, alla presenza del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, si è svolta stamane presso la Capitaneria di porto di Roma-Fiumicino. Presenti, tra le varie autorità militari e civili, anche il Capo di stato maggiore della Marina Militare, l’ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi e il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino.

“E’ un giorno speciale ed unico per me – ha detto l’ammiraglio Melone nel corso della cerimonia – ringrazio il ministro Delrio per la fiducia che ha riposto in me: con emozione, privilegio e responsabilità accolgo la guida del corpo; con il ministro avverto una forte unità di intenti che  è condivisa dagli 11mila uomini e donne del corpo delle Capitanerie. Raccolgo il testimone nel segno della continuità”.

“Il Governo e gli italiani dicono grazie alla Guardia costiera per il servizio unico, quotidiano, che permette di salvare vite umane in mare e salvaguardare il nostro grande patrimonio costiero – ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio – Il Corpo delle capitanerie nella sua autonomia, fonte di efficienza e qualità, dà un grande servizio al Paese: dobbiamo sempre più trovare forme di coordinamento ed equilibri”.

Delrio, nel ricordare i risultati nell’azione di contrasto agli abusi demaniali, ha rimarcato poi “il grande ruolo di coordinamento della Guardia costiera per la salvaguardia delle vite in mare sul fronte dei migranti: l’Italia, come ha detto il premier Renzi, non si vergogna di questa nostra azione mirata a salvare vite umane e siamo pertanto riconoscenti agli uomini della guardia costiera, delle varie forze dell’ordine, ai mercantili privati, e che ci fa essere orgogliosi di un ruolo di umanizzazione che l’Italia riveste nel mondo”.

Il ministro ha quindi sottolineato come il Corpo delle Capitanerie, “che ha festeggiato i suoi 150 anni di vita, è un’eccellenza di prestigio della pubblica amministrazione, rivesta un ruolo di grande importanza nella valorizzazione della risorsa mare, fondamentale per lo sviluppo del Paese, e che rappresenterà sempre più un ruolo fondamentale nel rilancio del sistema mare e nella modernizzazione della portualit e della logistica”.

ULTIME NEWS