Pubblicato il

Non ci sono altri indagati nell’inchiesta Vatileaks 2

Non ci sono altri indagati nell’ambito della cosiddetta inchiesta Vatileaks 2. Lo ha sottolineato il portavoce vaticano padre Federico Lombardi. «Non ci sono altri indagati nell’inchiesta – ha spiegato – Ovviamente, è normale che alla luce degli interrogatori si facciano dei riscontri, ma non ci sono altri nuovi indagati».
«Papa Francesco – ha spiegato ancora Lombardi – è sereno. Sa ciò che deve fare». Sull’inchiesta relativa a documenti trafugati, il portavoce vaticano osserva ancora: «ci sono difficoltà nella vita, le notizie non sono fonte di gioia ma non c’è nemmeno bisogno di dirlo. Il Papa comunque è sereno e non saranno certo questi due libri (i due volumi di Gianluigi Nuzzi e di Emiliano Fittipaldi, ndr) a influire sulle decisioni».
«L’Ufficio del Promotore di Giustizia presso il Tribunale dello Stato della Città del Vaticano, a seguito di un rapporto dell’Autorità di Informazione Finanziaria, nel mese di febbraio 2015 ha avviato le indagini relative ad operazioni di compravendita di titoli e transazioni riconducibili a Gianpietro Nattino», ha aggiunto relativamente all’indagine ‘portfolio 339’ su sospetti di riciclaggio e insider trading. 
Lo stesso Ufficio, ha fatto sapere, «ha richiesto la collaborazione dell’Autorità giudiziaria italiana e svizzera mediante lettere rogatorie inoltrate per vie diplomatiche» il 7 agosto scorso. (Adnkronos)

ULTIME NEWS