Pubblicato il

Nasce "Commercianti 2.0": una voce unica per rilanciare il settore

Nasce "Commercianti 2.0": una voce unica per rilanciare il settore

CIVITAVECCHIA – Dal crocierismo ai dehors, dai mercatini agli affitti. Vuole occuparsi di tutti i problemi della categoria, farli propri e rilanciare il settore, facendolo tornare vivo, risorsa vera per la città. È questo l’obiettivo della neonata associazione ‘‘Commercianti 2.0’’, nata dall’idea di Giorgio Parisi, Manlio De Rosa e Renato Peris, ma aperta al coinvolgimento di tutti i commercianti cittadini, dal centro alla periferia.

Già un risultato importante è stato raggiunto: quello di unire, ad esempio, corso Centocelle e corso Marconi. «Ma vogliamo raccogliere le diverse anime del commercio – hanno spiegato – ascoltare ed ascoltarci, parlare all’unisono, renderci una forza vera all’interno del tessuto economico e sociale cittadino ed essere quindi interlocutori credibili anche nei confronti delle istituzioni. Vogliamo contare, essere coinvolti, proporre e fornire il nostro contributo». Finora di errori, nel settore, ne sono stati compiuti molti; anche la Confcommercio, negli anni, non avrebbe garantito le risposte sperate. E a pagarne le conseguenze è stata la città tutta. «Il commercio – hanno aggiunto – garantisce l’80% dell’occupazione. Dobbiamo recuperare il tempo perduto. Il 2015 è stato un massacro in termini di incassi: serve ripartire. E serve l’unità». Chiedono di poter essere coinvolti anche nella stesura dei prossimi regolamenti, a partire da quello sulle aree pubblico.

Proprio su questo punto l’assessore D’Antò ricorda che il regolamento attualmente sta svolgendo l’iter burocratico che lo porterà poi ad essere approvato nel prossimo consiglio comunale. «Vista la massima condivisione che il regolamento del commercio su aree pubbliche ha avuto – ha spiegato – mi aspetto che in consiglio comunale venga votato all’unanimità e che chi ha qualcosa da suggerire come miglioria lo faccia prima che il regolamento arrivi in consiglio».

ULTIME NEWS