Pubblicato il

I matrimonialisti: «3 separazioni su 10 per nozze senza sesso»

Se i dati Istat registrano un calo dei matrimoni in Italia, un forte aumento delle unioni di fatto e un assestamento delle separazioni e dei divorzi, «a cambiare non sono solo i numeri ma anche le cause che portano alla rottura delle unioni matrimoniali». Per esempio «ben il 30% di quelle che approdano in tribunale sono causate da ‘‘nozze bianche’’, ovvero matrimoni senza sesso o con problemi a letto». Lo riferisce all’Adnkronos Gian Ettore Gassani, presidente dell’Associazione matrimonialisti italiani, commentando i dati Istat diffusi ieri. «Come fotografato dal Centro studi Ami – spiega Gassani – si tratta di un problema serio e in costante aumento, che non conosce età e riguarda coniugi dai 30 ai 90 anni: la gente insomma – sintetizza – non fa più sesso. E se in passato se ne occupava solo la Sacra Rota, oggi questo genere di cause finisce anche nei tribunali civili. C’è un’abulia sessuale – sostiene – dovuta probabilmente anche alla grande offerta, reale e virtuale, ad un sesso fatto molto raramente come fosse un compitino da svolgere o fatto molto più fuori casa che in camera da letto». Non solo. «Oggi il mal di testa ce l’ha il marito – riferisce ancora il presidente dei matrimonialisti – perchè sono sempre più gli uomini che rifiutano la sessualità. Un problema che noi avvocati verifichiamo in prima persona, costretti, in tribunale, a indicarlo tra le cause di rottura del matrimonio».

ULTIME NEWS