Pubblicato il

Operazione antiterrorismo: diciassette arresti in Europa

Sono 17 le persone arrestate nell’ambito dell’operazione antiterrorismo ‘‘Jweb’’, messa a segno stamattina dai carabinieri del Ros in collaborazione con le autorità giudiziarie e di polizia di diversi Stati europei, coordinate da Eurojust.
Si tratta di 16 curdi e un kosovaro. Sono indagati per associazione con finalità di terrorismo internazionale aggravata dalla transnazionalità del reato.
Sette gli arresti eseguiti in Italia, 4 Regno Unito, 3 in Norvegia e uno in Finlandia. Quattro degli arrestati vivevano a Merano, due a Bolzano e uno in un paese vicino Bolzano. Per un’altra persona, in Svizzera, è stato chiesto l’arresto a fini estradizionali.
Tra gli arrestati anche Mullah Krekar, a capo dell’organizzazione terroristica ‘‘Rawti Shax’’ e già fondatore di Ansar Al Islam, gruppo terroristico curdo sunnita che si era costituito per instaurare uno stato islamico con metodi violenti nel Kurdistan iracheno e che aveva subito un autentico smantellamento grazie all’azione militare dello Stato Iracheno, sostenuto dalle forze della coalizione occidentale.
Il progetto degli arrestati prevedeva anche «la possibilità di fare attentati nella zona del Medio Oriente e anche in Europa, non in Italia», ha precisato il generale Giuseppe Governale, comandante del Ros dei carabinieri. Attentati che, ha spiegato, «potevano coinvolgere rappresentanti diplomatici norvegesi e inglesi per ottenere la liberazione del loro capo, Mulla Krekar, detenuto in Norvegia». (Adnkronos)

ULTIME NEWS