Pubblicato il

‘‘Quel pasticciaccio’’ di via Valdambrini

‘‘Quel pasticciaccio’’ di via Valdambrini

Protesta il comitato cittadino sulla questione relativa alle difficoltà viarie. «Nonostante le grandi problematiche si continua a far finta di niente»

di GIAMPIERO BALDI

SANTA MARINELLA – Protesta il comitato cittadino di via Valdambrini sulla questione relativa alle difficoltà viarie che costringono il quartiere ed i suoi residenti a vivere giornalmente tra le strade intasate e il pericolo di incidenti ai pedoni.

«Nonostante le grandi difficoltà alla viabilità che produce via Valdambrini, si continua a far finta di niente, forse aspettando che un evento sovrannaturale, per incanto, possa risolvere il problema – dicono alcuni abitanti del rione verde – è possibile pensare ad una gestione flessibile del semaforo del cementificio che regoli i tempi sulla base della lunghezza delle tre file? E’ possibile pensare di costruire una seconda corsia sulla parte destra di via Valdambrini che consenta di proseguire per via Delle Colonie e che avesse il rosso solo in corrispondenza del verde per chi proviene dall’Aurelia? E’ possibile pensare ad una viabilità alternativa? Comunque è sotto gli occhi di tutti, amministrazione compresa, che il problema di questa piccola strada è che sia ancora a doppio senso di circolazione, sia priva di marciapiedi, di aree di sosta per le auto e di strisce di attraversamento. E’ evidente che in certi punti dell’arteria, soprattutto il tratto in salita, non sia sufficientemente larga per far transitare due autocarri che viaggiano in senso contrario e questo costringe i mezzi a fermarsi e a fare delle manovre per evitare l’ingorgo. E’ palese che quando piove, questa via si può transitare solo con i mezzi anfibi perché non essendoci i tombini, diventa un fiume in piena e quindi intransitabile. Mille altri problemi sono evidenti e sotto gli occhi di tutti, ma non sotto gli occhi di coloro i quali dovrebbero e potrebbero studiare una soluzione immediata per evitare il caos costante a discapito di chi transita e di chi ci abita». «I residenti di Valdambrini – continua la nota – hanno le stesse esigenze di che abita in posti più ameni, però ai primi è negata anche la possibilità di uscire di casa senza correre il rischio di essere investito da auto in transito, ma è negata anche la possibilità di una semplice operazione di carico e scarico dalla propria auto».

«Ci sembra inverosimile – concludono i residenti – che possa esistere una situazione simile senza che questa amministrazione, fatta probabilmente di persone impreparate, non abbia ancora pensato di trovare una soluzione a questo problema cronico che si acutizza giorno dopo giorno».

ULTIME NEWS