Pubblicato il

Rifiuti, integrazioni al bando di gara

Rifiuti, integrazioni al bando di gara

Saranno proposte dalla sezione di Fratelli d’Italia dopo un’attenta analisi sulle criticità. Obiettivo: rendere i servizi più funzionali alle esigenze degli utenti

S. MARINELLA – La sezione cittadina di Fratelli d’Italia, dopo un’attenta analisi sulle criticità dei servizi relativi al ciclo dei rifiuti ed allo spazzamento della città e dopo un confronto con i cittadini, sia attraverso i social network, sia attraverso incontri dedicati, elaborerà e proporrà nei prossimi giorni delle integrazioni al bando di gara, con l’obiettivo di rendere i servizi più funzionali alle esigenze degli utenti. «Ora è opportuno soffermarci sugli aspetti politici, chiarendo la nostra posizione, sintetizzata in tre proposte ispirate a criteri di trasparenza, efficacia ed efficienza dell’azione amministrativa e nel rispetto dell’interesse pubblico – si legge in un comunicato a firma del direttivo – una durata dell’appalto che sia di tre, più due anni, con rinnovo alla scadenza del triennio, dopo che il concessionario, al fine di mantenere la qualità dei servizi erogati, abbia proceduto all’analisi e all’eventuale aggiornamento tecnologico dei software gestionali, degli impianti, strumenti ed attrezzature dei mezzi utilizzati. La durata proposta, non solo è congrua al ciclo di vita del servizio, ma è anche rispettosa del diritto della prossima amministrazione comunale di incidere a livello di indirizzo strategico sull’importante ambito. Massima qualificazione dei membri della commissione giudicante e massima terzietà rispetto al mondo della politica, per quanto riguarda la gestione della gara di affidamento dei servizi. Ci sembra opportuno evitare di procedere con la nostra centrale di committenza o con un’altra stazione appaltante. Proponiamo una commissione terza, composta da professionalità attinte dal mondo delle professioni e delle università tramite lo strumento previsto dalla legge 163 del 2006 che, stante la caratura europea della gara e la particolarità della materia trattata, garantirebbe un’alta professionalità specifica del settore ed una migliore valutazione della qualità delle offerte che perverranno attraverso il bando di gara. La stipula di un protocollo di intesa con l’Autorità Nazionale Anticorruzione per garantire la supervisione della gestione di questo e di tutti gli altri appalti comunali, a tutela della stessa azione amministrativa, che verrebbe ad essere coadiuvata e rafforzata nel suo compito di gestire nella legalità e nella trasparenza le risorse dei cittadini. «Per una conoscenza più dettagliata – conclude la nota – si invita la cittadinanza a consultare la nostra pagina facebook». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS