Pubblicato il

Associazioni, soluzione ancora lontana

L’assessore Ussia rassicura che nessuno verrà cacciato finché non ci sarà una valida alternativa

L’assessore Ussia rassicura che nessuno verrà cacciato finché non ci sarà una valida alternativa

LADISPOLI – Ancora nessuna soluzione reale per le associazioni di Ladispoli ma l’assessore Roberto Ussia rassicura che nessuno verrà cacciato finchè non ci sarà una valida soluzione alternativa. Il problema? Trovare ampi spazi per ospitare definitivamente associazioni come ‘‘Humanitas’’ e ‘‘Animo onlus’’ ed il progetto ‘‘Nessuno Si Salva Da Solo’’.

«Per altre associazioni – dichiara l’assessore alle politiche sociale Roberto Ussia – stiamo provvedendo ad individuare degli spazi nel centro di aggregazione giovanile che andremo ad inaugurare a dicembre. Per Animo onlus e Humanitas stiamo valutando altre possibilità fermo restando che fino alla prossima primavera, se non fino alla prossima estate, queste associazioni potranno rimanere negli spazi del teatro, dove sono ora. Hanno sempre lavorato lì e nessuno li sta cacciando, anzi, devono stare tranquilli a portare avanti il loro progetto».

«La questione – continua Roberto Ussia – è che si tratta di due associazioni che sono cresciute, che lavorano bene, e necessitano di spazi grandi e definitivi. Ho chiesto anche ai volontari di dirmi se ci sono degli spazi comunali che si possono utilizzare per le loro attività, ma per ora spazi così ampi, non utilizzati, a Ladispoli non sono stati individuati. Per il servizio che fanno loro una stanza non è abbastanza, hanno bisogno di centinaia di metri».

«Abbiamo pensato, in concerto con l’amministrazione comunale – continua Ussia – di utilizzare degli immobili confiscati alle mafie per poter ospitare questi progetti sociali, come è già stato fatto per la struttura a San Nicola. Ci siamo già mossi in particolare io e l’assessore Lauria e abbiamo già inviato la richiesta in Prefettura ma i tempi burocratici non sono così immediati».

ULTIME NEWS