Pubblicato il

Punto informazioni: ultimatum di Minghella ad Acea

Punto informazioni: ultimatum di Minghella ad Acea

Il delegato al Bilancio ha avviato la linea dura nei confronti dell’azienda che gestisce il servizio idrico. «Una risposta entro mercoledì oppure raccolta firme per la risoluzione del contratto»

S. MARINELLA – Il delegato al Bilancio Emanuele Minghella, incaricato dal sindaco Roberto Bacheca a trattare con l’Acea per risolvere le problematiche che tutti i cittadini si trovano ad affrontare per le mancanze e i ritardi con cui l’azienda romana che ha in gestione il servizio di pronto intervento sulle condotte idriche e fognanti della città, ha deciso di mettere da parte la diplomazia e di intraprendere con i dirigenti Acea un atteggiamento più deciso, affinchè la società romana rispetti gli impegni presi nell’accordo sottoscritto nel 2004. Uno dei nodi fondamentali che il consigliere deve sciogliere è quello della riapertura del Punto Informazioni che era stato istituito da Acea a Santa Severa Nord e che da mesi ha chiuso i battenti, secondo alcuni definitivamente. «In riferimento alle voci circolate sulla possibile chiusura definitiva del punto d’ascolto di Acea Ato2 situato nella zona industriale di Tolfa – dice Minghella – preciso che, come già comunicato nell’incontro con il presidente Paolo Saccani e confermato un mese fa dalla stessa azienda, la chiusura doveva essere solo momentanea. Se l’Acea non dovesse mantenere la parola data sulla riapertura del punto informazioni e soprattutto sugli interventi idrici e fognari programmati nelle zone Belvedere e Colfiorito prossime alla progettazione definitiva e all’assegnazione dei lavori, mi impegnerò personalmente per dare ufficialità a quanto detto».

«A tal proposito – prosegue Minghella – ho chiesto l’intervento diretto dei sindaci Bacheca, Landi e Battilocchio che, come noi, hanno gli stessi problemi. I tre sindaci hanno inviato alcuni giorni fa una missiva dove chiedevano risposte chiare e concrete sullo sportello informativo. Ovviamente, la nostra volontà è quella di riaprire il più presto possibile, altrimenti inizierò a martellare la dirigenza fino a quando non avranno ottemperato alle loro promesse. L’azienda non ha assolutamente risposto alle sollecitazioni dei sindaci, per cui proprio oggi manderò una nuova nota al presidente Saccani per ricordargli del suo impegno. Se per mercoledì il dirigente non mi darà una risposta, annuncio sin da ora che mi impegnerò personalmente ad una raccolta di firme per chiedere la risoluzione del contratto con Acea».

Gi.Ba

ULTIME NEWS