Pubblicato il

«Aspettiamo l’esito del processo»

«Aspettiamo l’esito del processo»

CONTRADA MONTELLO. Il sindaco Augusto Battilocchio replica a Galimberti e Sgamma sulla richiesta di costituirsi parte civile. «Faremo i nostri passi se qualcuno dovesse aver commesso eventuali errori»

ALLUMIERE – «La nostra posizione è coerente con quanto abbiamo già spiegato più volte da maggio a luglio». Comincia così la risposta del sindaco di Allumiere, Augusto Battilocchio all’interrogazione dei due consiglieri di minoranza Galimberti e Sgamma i quali hanno chiesto ancora all’amministrazione comunale di costituirsi parte civile nel processo riguardante la questione Contrada Montello che vede coinvolto anche il responsabile dell’Ufficio Tecnico, Enrico Novello. «I consiglieri di minoranza sono tornati di nuovo a porci la stessa interrogazione – prosegue Battilocchio – a cui abbiamo risposto più volte per scritto e in consiglio comunale. Come avevamo detto nella nostra risposta del 29 giugno noi tuteliamo in ogni modo il paese e i cittadini così come i nostri dipendenti, visto che è in corso la fase dibattimentale, aspettiamo l’esito del processo a quel punto partiranno i nostri procedimenti se qualcuno ha commesso eventuali errori, per ora non riteniamo opportuno ritenerci parte civile. Tra l’altro la minoranza mi chiede di rimuovere dall’incarico di responsabile dell’Ufficio Tecnico Novello: vorrei ricordare loro che ciò non è possibile in quanto il 2° libro titolo II del Codice Penale dice che può essere rimosso solo colui che è stato già giudicato e non prima. Da circa una settimana, poi, in seguito all’ordine emesso dal Tribunale di Civitavecchia il geometra Morra del nostro ufficio tecnico insieme al responsabile dei vigili Canestrari hanno accompagnato gli operai della ditta nel cantiere al quale erano stati posti i sigilli, dopo una nostra ordinanza, per eseguire una serie di operazioni stabilite dal tribunale».

Rom. Mos.

ULTIME NEWS