Pubblicato il

Interporto, il Comune vuole vigilare

Interporto, il Comune vuole vigilare

CIVITAVECCHIA – Qualche spiraglio per il futuro dell’interporto.
In attesa di conoscere in questi giorni l’esito della procedura competitiva sull’acquisto delle quote a seguito del fallimento della società, il Comune sta pensando ad una strada per evitare di procedere alla revoca della concessione; ipotesi già anticipata qualche settimana fa ai sindacati, che ha creato non poca preoccupazione per il futuro occupazionale e di sviluppo dell’area.  
A quanto pare, infatti, il Pincio avrebbe ottenuto dal giudice fallimentare la possibilità di poter vagliare le proposte arrivate in Tribunale e relative al fallimento della società e verificare i piani industriali delle società, per poter così avere un’idea di quello che potrà essere il futuro dell’Interporto e, soprattutto, dei 44 lavoratori coinvolti.
Certo, si tratta in realtà di un’arma a doppio taglio, nel senso che il Comune si assume così una importante responsabilità, sia in senso positivo che negativo, andando a certificare la validità dei progetti presentati, sperando si possa parlare finalmente di sviluppo di una piastra logistica che finora è rimasta chiusa su se stessa, senza cogliere le potenzialità reali della struttura e non di una nuova cattedrale nel deserto di cui Civitavecchia non ha assolutamente bisogno. Specie in termini occupazionali.    
Sindacati e lavoratori aspettano di conoscere quello che sarà il futuro dell’area.

ULTIME NEWS