Pubblicato il

Appalti Enel: la Cgil chiede l'apertura di un tavolo

Appalti Enel: la Cgil chiede l'apertura di un tavolo

CIVITAVECCHIA – Parla di un ‘‘mondo del lavoro al collasso’’ la segretaria generale della Cgil Miranda Perinelli. E se ieri l’appello era rivolto alle istituzioni, affinché insieme ai sindacati, si mettano in campo politiche attive propedeutiche ad evitare il verificarsi di ulteriori problemi. Oggi invece la segretaria si rivolge ad Enel, parti sociali ed associazioni datoriali per l’apertura di un tavolo dedicato agli appalti nella centrale di Tvn. «Ben venga la volontà di Enel – ha spiegato Perinelli – riportata nei giorni scorsi da Federlazio, di voler venire incontro alle esigenze delle imprese locali, incrementando anche le attività dalle quali le aziende del territorio erano precedentemente escluse. Bene la volontà di investire in un territorio attanagliato da una crisi occupazionale senza precedenti. Ma sono di queste ore le notizie di possibili 30 licenziamenti da parte della ditta Guerrucci che seguono le tristemente note vicende che vedono molte aziende del territorio che lavorano negli appalti Enel costrette alla cassa integrazione dai tagli effettuati negli appalti proprio da parte dell’azienda». Da qui quindi l’apertura del tavolo «per rispondere alle esigenze della stessa Enel – ha concluso – ma soprattutto a quelle di un territorio falcidiato dalla crisi occupazionale e che merita un rilancio partendo proprio dalle imprese operanti nel suo territorio».

ULTIME NEWS