Pubblicato il

Cimitero off limits ai disabili

Cimitero off limits ai disabili

Problemi di accesso ai piani superiori. Protesta la signora Antonella Addis. «L’ascensore realizzato pochi mesi fa non funziona. Presenterò un esposto»

di GIAMPIERO BALDI

 

SANTA MARINELLA – Ci sono problemi di accesso ai piani superiori del cimitero comunale. A protestare per questa situazione paradossale è la signora Antonella Addis che ieri mattina, puntando su una giornata primaverile, ha voluto accompagnare la mamma disabile e costretta su una sedia a rotelle a far visita ai suoi cari.

«Dopo aver attraversato il cancello – racconta la donna – ho cercato un punto di accesso per far salire mia madre nella parte di cimitero dove riposano i suoi familiari. Purtroppo, nonostante abbia girato in lungo e in largo, non è stato possibile avvicinare mia madre ai fornetti, perché non c’è una rampa di accesso ai disabili».

«Ci sono solo scale e neppure uno scivolo per salire sia al pianterreno che al livello superiore. Allora ci siamo dirette nella parte del cimitero nuovo perché, anche li, abbiamo dei defunti. Pensavamo che il montacarichi fosse in funzione e che si potesse salire al primo piano. Con grande sorpresa ci siamo accorte che l’ascensore non funzionava, nonostante sia stato realizzato pochi mesi fa. Allora pongo ai nostri amministratori qualche domanda. Ma vi sembra logico che in un’epoca dalla tecnologia avanzatissima ancora non ci sia uno scivolo e un ascensore funzionante al cimitero di Santa Marinella? Possibile che una persona disabile debba pregare per i suoi cari a distanza? Mi domando cosa fanno questi signori di tanto importante per non risolvere questi piccoli problemi? Presenterò un esposto alla Polizia locale sperando che a breve si possano realizzare gli scivoli e si metta in funzione il montacarichi».

«Ed infatti i residenti che giornalmente frequentano il luogo di culto per portare un fiore sulla tomba dei propri cari, si vedono costretti a subire alcuni disservizi che sinceramente, per una struttura nuova come il settore realizzato da poco tempo e munito di un montacarichi, diventa inaccettabile – interviene il consigliere di minoranza Paola Rocchi – quando la pioggia imperversa sulla città, i marciapiedi della parte nuova del camposanto si riempiono di acqua e diventano non transitabili. Questo, ovviamente, perché all’atto della posa in opera del mattonato, probabilmente non è stata prevista la normale pendenza che consente il deflusso dell’acqua verso il gocciolatoio. Le persone anziane che vogliono andare a trovare i propri cari nella parte nuova, quella collocata cioè al secondo piano della struttura, sono costrette a fare le scale perché l’ascensore non è funzionante».

ULTIME NEWS