Pubblicato il

Allerta terrorismo, al via il piano

ROMA-Nuovo falso allarme bomba nel centro di Roma. Gli artificieri della polizia sono intervenuti in via del Traforo per un pacco sospetto segnalato da un passante ma era una scatola dell’Acea con dentro dei fili elettrici. Finito l’intervento delle forze dell’ordine, il tunnel è stato riaperto e il traffico è ripreso regolarmente, compreso il tragitto delle linee 71 e 117. «Possono esserci anche cento falsi allarmi e poi il 101esimo si rivela vero. Non potendolo sapere io non mi sognerò mai di dire alle forze di polizia di non vagliare e verificare tutto. Non si sottovaluta niente: è la prima garanzia per i cittadini – ha affermato il prefetto di Roma, Franco Gabrielli – Se questo ha creato disagi, mi scuso con i romani e i turisti. Ci sarà una escalation man mano che ci si avvicinerà ad eventi che raccolgono attenzione anche morbosa da parte di soggetti che hanno interessi per i motivi più disparati. Perché in queste situazioni c’è lo psicopatico, lo psicolabile, chi crea confusione, chi vuole testare la risposta del sistema. C’è un mondo dietro…». Al via il piano sicurezza per il Giubileo. Da oggi è ufficialmente operativa l’ordinanza che rafforza ulteriormente i controlli in città. A due settimane dall’apertura della Porta Santa della Basilica di San Pietro, (il prossimo 8 dicembre) che inaugurerà quello che lo stesso questore della Capitale ha definito il «Giubileo ai tempi dell’Isis», ecco i 15 giorni che rappresenteranno una sorta di «prova generale» per le forze dell’ordine, la cui presenza in città aumenterà notevolmente per garantire la percezione della sicurezza, in particolare dopo gli attacchi di Parigi. «Trovano applicazione le misure di sicurezza predisposte dal questore – ha spiegato il prefetto, Franco Gabrielli – Le misure sono molto più stringenti e di immediata percezione, ma non cambierà nulla per libertà e i diritti dei cittadini perché sono tutte disposizioni a normativa vigente».

ULTIME NEWS