Pubblicato il

«L’aggressione ad Agresti frutto di un clima esasperato»

«L’aggressione ad Agresti frutto di un clima esasperato»

Il Movimento Cinque stelle interviene sul caso della Corrado Melone. Solidarietà al preside anche da parte di Massimiliano Smeriglio

LADISPOLI – Non si placano le polemiche in città dopo la diffusione della notizia dell’aggressione del preside della scuola ‘‘Corrado Melone’’ da parte di un genitore durante il consiglio di classe straordinario per discutere del caso di una lite tra due ragazzine. Lite che ha avuto i contorni di offese a sfondo razziale. Sulla vicenda si susseguono interventi.

Il Movimento 5 Stelle di Ladispoli esprime «vicinanza e solidarietà al preside Agresti ed alle altre persone che hanno subito l’inaccettabile aggressione alla Corrado Melone».

«Riteniamo che questo episodio – spiegano i grillini – sia il frutto del clima esasperato che negli ultimi mesi qualcuno sta alimentando per propri interessi. Condanniamo ogni forma di violenza e ci auguriamo un maggior rispetto da parte della politica verso le istituzioni scolastiche. Condanniamo, inoltre, ogni forma di violenza e ci auguriamo un maggior rispetto da parte della politica verso le istituzioni scolastiche».

Intervento anche di Massimiliano Smeriglio, vicepresidente e assessore alla Scuola della Regione Lazio che sul suo profilo Facebook ha espresso solidarietà al preside Agresti.

«La mia solidarietà a Riccardo Agresti, preside da 15 anni – scrive Smeriglio – Insultato, aggredito e percosso a scuola, a Ladispoli. Dobbiamo tenere il razzismo lontano dalle nostre scuole. Lo incontrerò presto, questo preside. Per stringergli la mano».

Intanto, mentre la 11enne romena avrà due giorni di sospensione per aver litigato in classe, paradossalmente, l’unica a farla franca sarà la studentessa italiana che dai genitori è stata immediatamente trasferita in un’altra scuola.

ULTIME NEWS