Pubblicato il

Per l’8 dicembre è no fly zone

L’8 dicembre, il giorno dell’apertura del Giubileo, divieto assoluto di sorvolo sul centro di Roma e sopra le principali basiliche delle città dalle 6 alle 22. Lo ha stabilito l’Enac nell’ambito delle misure di sicurezza predisposte per l’avvio dell’Anno Santo. Confermata la presenza del capo dello Stato alla celebrazione in cui il Papa aprirà la Porta Santa in piazza San Pietro alle 9:30 di martedì e del papa Emerito Benedetto XVI che ha accettato l’invito di Bergoglio. Sergio Mattarella sarà accompagnato dalla figlia Laura e da una delegazione con a capo il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, che rappresenta il Governo,  e comprendente tra gli altri il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il commissario straordinario di Roma Capitale Francesco Paolo Tronca e il prefetto di Roma Franco Gabrielli. Si definiscono così ulteriormente le misure di sicurezza messe a punto per l’avvio dell’Anno Santo. Il prefetto Franco Gabrielli ha firmato un’ordinanza che vieta per tutta la giornata dell’8 dicembre, a aprtire dalle 24 del giorno prima,  il trasporto di carburanti, Gpl e metano in tutta Roma, compreso il Grande raccordo anulare, l’8 dicembre.  Mentre a partire da domenica 6 dicembre fino alle 18 di mercoledì 9, restrizioni sui trasporti di armi e esplosivi, nonché di «attività suscettibili di essere strumentalizzate per eludere il dispositivo di sicurezza». Tra queste, anche le «riprese cinematografiche e televisive che comportino l’utilizzo di armi ad uso scenico e di mezzi ed equipaggiamenti fac-simili a quelli in uso alle forze di polizia e alle forze armate». Lo stop alle suddette riprese cine-tv sarà in vigore per le intere giornate del 7 e dell’8 dicembre. «Si tratta di misure – osserva la prefettura – già attuate in occasione di altri ‘grandi eventi’, con il coordinamento del Questore di Roma, per garantire la sicurezza dell’importante giornata di apertura dell’Anno Santo».

ULTIME NEWS