Pubblicato il

Quintali di rifiuti nell’area adiacente alla Perazzeta

Furgonisti in azione nella notte: creata una vera e propria discarica abusiva. La telecamera dell’isola ecologica non riesce ad inquadrare la zona esterna

Furgonisti in azione nella notte: creata una vera e propria discarica abusiva. La telecamera dell’isola ecologica non riesce ad inquadrare la zona esterna

SANTA MARINELLA – Neppure l’isola ecologica di Perazzeta si salva dall’invasione dei rifiuti lasciati da cittadini senza un minimo di senso civico e dai furgonisti che utilizzano l’area come una sorta di discarica abusiva. La Gesam, la società che ha in appalto la raccolta differenziata e l’isola ecologica, cerca di limitare i problemi chiudendo la zona ma, costantemente, i vandali distruggono la recinzione ed entrano indisturbati, gettando in terra ogni sorta di rifiuti. Il Comune, per evitare problemi simili, ha piazzato una telecamera che inquadra l’isola ecologica, ma non il terreno vicino, preso in affitto dall’azienda romana, dove ha collocato gli scarrabili che vengono utilizzati per recuperare gli indifferenziati che vanno in discarica. Purtroppo, sta diventando una consuetudine che di notte, furgonisti anche non della città e residenti, senza alcun problema, manomettono il cancello di recinzione e fanno ingresso nell’area e vi gettano quintali di immondizia. Dal materiale di giardinaggio agli scarti alimentari, dagli ingombranti, ai rifiuti pericolosi. Dalla società fanno sapere che diventa impossibile evitare simili intromissioni perché i cancelli non sono di materiale rimovibile. Hanno comunque annunciato che verranno presi subito dei provvedimenti per evitare che si continui in questo modo. Lo scarico degli indifferenziati dei furgonisti, in particolare, aumentano e di molto i costi di conferimento in discarica dei rifiuti in quanto, queste persone, non gettano materiali da selezionare, ma montagne di immondizia mista. Ovviamente prima di trovare una soluzione definitiva al problema, la Gesam vuole vedere come andrà a finire il nuovo bando di gara che l’amministrazione comunale sta allestendo in quanto, a febbraio scadrà il contratto quinquennale. Comunque sia, qualsiasi società che dovesse vincere la gara, si troverà di fronte ad una serie di problematiche tra le quali, il terreno dove collocare gli indifferenziati, l’area dove parcheggiare i mezzi e gli spogliatoi.

ULTIME NEWS