Pubblicato il

«Lavori illeciti alla villa nei pressi del fosso di Santa Maria Morgana»

«Lavori illeciti alla villa nei pressi del fosso di Santa Maria Morgana»

La denuncia di un residente che evidenzia il crollo di parte della struttura del ponte. Il consigliere Andrea Bianchi: «L’intera città è ancora in una situazione di grave pericolo»

S. MARINELLA – «Alcuni operai impegnati nella villa posta sul lato sinistro del fosso di Santa Maria Morgana, guardando con le spalle al mare – dice protestando in una nota un residente della zona – hanno fatto lavori assurdi. Per coprire eventuali sguardi indiscreti che sarebbero potuti arrivare dalla ferrovia, hanno messo dei tiranti ad alcuni eucaliptus. Uno di questi tiranti, era stato messo con una perforazione sulla copertina del ponte e che, con gli ultimi eventi atmosferici, ha ceduto facendo crollare parte della struttura del ponte ed indebolendo la tenuta del parapetto superiore che è ciò che rimane della copertura del muro che è sorretta da un semplice pezzo di legno. Nella foto si evidenzia la criticità del lavoro fatto, sicuramente senza alcuna autorizzazione». Sul problema dei fossi presenti in città interviene anche il consigliere Andrea Bianchi che, dopo un sopralluogo effettuato nei corsi d’acqua più a rischio, ha chiesto espressamente all’amministrazione comunale, così come avevano fatto nei giorni scorsi i portavoce dei partiti di opposizione, di mettere in sicurezza i corsi d’acqua. «Visto che lo scorso ottobre la città si è di nuovo ritrovata in una condizione di estremo pericolo e di disagio dovuto all’ennesimo episodio di allagamento – dice Bianchi – poiché questa amministrazione aveva indicato interventi necessari a seguito dei numerosi danni subiti nella precedente situazione alluvionale verificatasi non più tari di un anno fa e considerato che il ripetersi di tali eventi ha portato la cittadinanza in una condizione di estremo disagio e lo dimostrano le segnalazioni pervenute da cittadini seriamente preoccupati sulla situazione dei fossi cittadini, abbiamo constatato che alcuni canali risultano ancora ostruiti da arbusti, vegetazione ed immondizie in modo da non permettere il regolare deflusso dell’acqua». «Purtroppo il Comune ha provveduto solo parzialmente alla pulizia di alcuni fossi – conclude Bianchi – ponendo di fatto l’intera città in una situazione di permanente e grave pericolo. In virtù del fatto che sarebbe auspicabile una puntuale manutenzione delle fognature dell’acqua piovana e di tutto il sistema di sgrondo delle acque, chiedo al sindaco un intervento immediato per evitare altri allagamenti nei quartieri Valdambrini, Fiori e Quartaccia».

Gi.Ba.

ULTIME NEWS