Pubblicato il

Cava sequestrata, tre indagati

CIVITAVECCHIA – Sono tre le persone indagate nell’ambito dell’inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica sui lavori all’interno della cava in località Sassicari, di proprietà della Tirrena Bitumi, tra Civitavecchia ed Allumiere. Si tratta, in particolare, di due tecnici del Comune di Civitavecchia – uno dei quali non lavora più a Palazzo del Pincio – e del titolare della stessa Tirrena Bitumi.
Venerdì mattina gli uomini della Forestale hanno sequestrato parte della  cava. A quanto pare, infatti, si sarebbe scavato in una zona a protezione speciale. Da qui la decisione della magistratura di procedere al sequestro dell’area, con la Forestale che ha apposto i sigilli per circa un ettaro di terreno.
Il tutto risale al 2013 e nasce da un esposto presentato in Procura, con il pm Alessandro Gentile che ha quindi proceduto ad aprire l’inchiesta, delegando le indagini alla stessa Forestale. Nel corso dei mesi sono stati acquisiti atti e documenti per chiarire l’esatta natura dell’area. Una zona a protezione speciale, infatti, vieta aperture o ampliamenti. L’indagine non è chiusa ma bisognerà capire se vi siano stati errori o meno per il rilascio dell’autorizzazione.

ULTIME NEWS