Pubblicato il

Sull’Auditorium ‘‘Massimo Freccia’’ di Ladispoli è scontro acceso

Sull’Auditorium ‘‘Massimo Freccia’’ di Ladispoli è scontro acceso

Botta e risposta a colpi di post sui social network per parlare della questione sicurezza della struttura

LADISPOLI – Un acceso botta e risposta quello che è avvenuto sull’ormai piazza pubblica dei social network tra l’assessore Francesca Di Girolamo e l’ex assessore Roberto Garau.

Oggetto del dibattito l’Auditorium ‘‘Massimo Freccia’’ di Ladispoli.

A dare il ‘‘la’’ alla discussione è stato Garau il quale, con un ironico post, ha dichiarato di voler parlare del «teatro ancora non finito ma ogni tanto utilizzato (sempre per far vedere che qualcosa si fà)». L’ex assessore ha scritto di essere «venuto a sapere che tra qualche giorno si terranno degli spettacoli, all’interno del teatro, cosa già realizzata l’anno scorso e da me segnalata come cosa poco sicura perchè non finito e senza collaudo per le norme di sicurezza, avvisando sia l’ufficio cultura e sia il comando della polizia locale, e tra le vaghe giustificazioni date c’è una prassi usata ma secondo me sempre non giustificativa ai fini della sicurezza,che è il n° degli spettatori non superiori ai 100, personalmente non credo che questa norma vada in deroga alle norme minime di sicurezza (oltretutto in un locale chiuso)mi auguro che non accada mai niente».

Immediata la risposta dell’assessore Di Girolamo la quale ha precisato «che l’assessorato Cultura (e Ufficio Cultura) non ha autorizzato (tra l’altro non avrebbe potuto farlo per competenza) alcuna manifestazione presso l’Auditorium M. Freccia e, infatti, il cartellone ufficiale degli eventi natalizi contempla spettacoli presso: Centro arte e cultura, Polifunzionale e Biblioteca ma non presso l’Auditorium».

E ha continuato «Questo non significa essere rimasti fermi; abbiamo infatti richiesto agli uffici competenti la convocazione di una commissione pubblici eventi per valutare in che forma sia possibile utilizzare la sala fin quando non ne saranno definiti spazi e competenze. Commissione che richiede tempi medio/lunghi che vanno oltre la fine dell’anno in corso. Per questo, cercando di rispondere al tuo quesito, non é dalla programmazione culturale invernale che nasce la richiesta/autorizzazione all’uso dell’Auditorium. Gli eventi patrocinati dall’assessorato sono un cartellone senza costi aggiuntivi per l’Ente, perché derivante da convenzioni in corso; «Semestri dell’Arte» (non onerosa – Centro Arte e Cultura), «Convenzione con Mandala Dance Company» (annuale, onerosa – eventi e laboratori), «Convenzione con Officina Cie Twain» (non onerosa nell’annualità in corso – eventi, residenze, laboratori), tutte reperibili online».

Intanto all’interno dell’’Auditorium Massimo Freccia rimangono in attesa di risposte anche le associazioni che continuano a portare avanti i loro progetti nelle stanze dietro il palco del Massimo Freccia. Non solo gli spettacoli, ma forse anche la loro permanenza dipendono dalle scelte che farà la commissione per i pubblici eventi.

ULTIME NEWS