Pubblicato il

Nasce il gruppo Sinistra Italiana

ROMA-Dopo Camera e Senato anche la Regione Lazio, la prima in Italia, saluta la nascita del gruppo consiliare di Sinistra italiana. A presentare il nuovo gruppo, nato da quello di Sinistra, ecologia e liberta’ – che restera’ nel nome, ufficialmente Sinistra italiana-Sel – sono stati stamattina in una conferenza stampa alla Pisana il capogruppo Gino De Paolis le consigliere Daniela Bianchi e Marta Bonafoni, i tre che comporranno la formazione, insieme al vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio, al candidato sindaco di Roma e deputato di Sinistra italiana-Sel, Stefano Fassina, e al coordinatore di Sel Lazio, Giancarlo Torricelli.
Per Fassina «questo e’ un fatto politico importante, non una semplice scelta terminologica. È il primo gruppo regionale che compie questo passaggio, segnando l’inizio di un passaggio politico di allargamento e arricchimento di esperienze e intelligenze per una sinistra che vuole continuare ad avere un’agenda di governo ma diversa da quella che sistematicamente subiamo in Parlamento da parte dell’esecutivo». Ieri, ha commentato Smeriglio, «e’ un giorno importante perche’ nasce un nuovo gruppo politico che parte dalla convinzione della necessita’ di un quarto polo che sia lontano dal populismo dei Cinque Stelle e dalla destra razzista di Salvini. Vogliamo continuare l’esperienza del centrosinistra del presidente Zingaretti, che lavora bene».«Siamo la prima Regione che da’ vita a un gruppo sulla scorta di quanto avvenuto a livello nazionale- ha sottolineato De Paolis- la nascita di questo nuovo soggetto e’ un motivo d’orgoglio ed e’ simbolico partire qui nel Lazio, perche’ e’ la Regione dove siamo piu’ rappresentati. Siamo partiti con una coalizione a sostegno del presidente Zingaretti che ci ha visto vincenti insieme a un programma di sinistra che abbiamo rispettato e mantenuto. Non siamo in maggioranza, siamo la maggioranza: abbiamo eletto un solo consigliere ma durante questo percorso hanno aderito al gruppo prima Marta Bonafoni e poi Daniela Bianchi e quindi siamo diventati una forza politica anche a livello numerico. Sinistra italiana qui parte da un’esperienza ‘passata’ con il presidente Zingaretti e la sua Giunta, non e’ un reset ma uno stop and go- ha concluso il capogruppo- guardiamo indietro ma siamo proiettati sul futuro».

ULTIME NEWS